Polo bibliotecario

Il progetto prevede la realizzazione del nuovo polo bibliotecario di Bolzano sul sedime attualmente occupato dalle scuole "Pascoli" e "Longon" a Bolzano

A seguito della seconda fase del concorso internazionale di progettazione per la realizzazione del Polo bibliotecario di Bolzano conclusasi nei giorni 11 e 12 luglio 2006 è stato scelto quale vincitore il progetto dell'architetto Christoph Mayr Fingerle in considerazione della sua elevata qualità architettonica e funzionale.
Il progetto vincitore è stato successivamente modificato per consentire il mantenimento della facciata principale dell'edificio scolastico esistente "Pascoli" e della scalinata.

Nell'edificio vengono riunite tutte e tre le Biblioteche pubbliche della città e cioè:

  • La Biblioteca provinciale "Dr. F. Teßmann"
  • La Biblioteca civica "C. Battisti"
  • La Biblioteca provinciale italiana "Claudia Augusta"
  • Servizio centro mediale

Il Centro bibliotecario raccoglierà circa 1.850.000 unità media: libri, giornali, riviste, media attuali e media futuri.
Le unità media verranno conservate in tre settori:

  • Le aree aperte al pubblico, liberamente accessibili ai visitatori
  • I magazzini a scaffale aperto nei quali il pubblico potrá servirsi da solo
  • I magazzini, chiusi al pubblico

Annualmente sono attesi:

  • circa 400.000 visitatori
  • circa 600.000 prestiti
  • circa 200.000 informazioni specialistiche.

Ulteriori e più dettagliate informazioni in merito al concorso si possono ottenere qui.

Ufficio responsabile

Ripartizione 11, Ufficio edilizia ovest 11.2

Partecipanti al progetto

Coordinatore unico
Dott. Ing. Maurizio Patat (fino settembre 2012)
Dott. Arch. Andrea Sega (a partire da ottobre 2012)
Dott. Ing. Gustavo Mischi (a partire da gennaio 2017)
Direttore d'Ufficio
Dott. Arch. Marina Albertoni
Responsabile di progetto
Dott. Ing. Maurizio Patat (fino settembre 2012)
Geom. Stefan Canale (a partire da ottobre 2012)
Dott. Arch. Andrea Sega (a partire da ottobre 2014)
Progettista Generale
Dott. Arch. Cristoph Mayr Fingerle

Costo complessivo e cubatura

Stima dei costi

Per lavori
39,0 Mio €
Per somme a disposizione dell'amministrazione 
11,8 Mio €
Costo complessivo (senza arredi)
50,8 Mio €

Attrezzature e arredamenti
6,8 Mio €
Per somme a disposizione dell'amministrazione
2,4 Mio €
Costo complessivo (incl. arredi)
60,0 Mio €

Il nuovo programma planivolumetrico è stato approvato dalla Giunta Provinciale il 31 maggio 2010.

Cubatura complessiva 
118.380 m³
Costruzione nuova - 104.590 m³
Elemento di collegamento - 3.600 m³
Esistente - lavori di ristrutturazione - 10.200 m³

Tempi di realizzazione

Nel corso dell'anno 2017 verrà aggiudicato l'appalto integrato

Il progetto prevede di mantenere la zona di ingresso e il corpo della facciata sud della Scuola Pascoli (per una cubatura di ca. 10.200 m³), considerati caratteristici e di particolare pregio architettonico, integrandoli nel progetto del concorso.
Poichè il progetto del concorso prevedeva un piazzale davanti al nuovo edificio, è sostanzialmente possibile senza modifiche sostanziali mantenere il  progetto nel posto previsto e conservare la zona d'ingresso della scuola.
L'esistente struttura verrà consolidata e verrà restaurata con cura rispettando i materiali, i colori, nonchè la ripartizione delle finestre originali. I locali interni dell'esistente verranno mantenuti sostanzialmente nelle loro proporzioni attuali. Il progetto dunque si propone di mantenere i valori più caratteristici ed espressivi dell'esistente, rielaborandoli in funzione della loro nuova destinazione, in modo da rendere più visibili le loro qualità. 
Tra il vecchio ed il nuovo edificio sarà realizzato uno spazio intermedio nuovo con una vetrata verso il lato ovest. Il collegamento tra vecchio e nuovo avviene tramite un cortile interno coperto, che sarà utilizzato come luogo d'incontro, di informazione e lettura. Gli altri spazi e le relative funzioni saranno mantenuti senza modifiche, come previsto nel progetto di concorso.

Galleria fotografica