Merano - Edificio scolastico in via Karl-Wolf

Ristrutturazione ed ampliamento dell’edificio scolastico per le scuole superiori  in lingua tedesca in via Karl-Wolf a Merano

Il centro scolastico di via Karl-Wolf è stato realizzato all'inizio degli anni '80.
Il progetto, redatto dall'Ing. Siegfried Unterberger e dall'Arch. Mario Zanier fu scelto mediante un concorso di progettazione.
Il complesso edilizio costituisce sostanzialmente un corpo simmetrico; nella parte ad est si trovano le scuole superiori in lingua tedesca, nella parte ad ovest quelle in lingua italiana.
La scuola superiore tedesca è priva di aula magna.
Nel 2001 la Giunta provinciale ha approvato un primo programma planivolumetrico per l'ampliamento e la ristrutturazione dell'edificio scolastico per le scuole superiori in lingua tedesca in via Karl-Wolf a Merano. Nel 2006 la Giunta provinciale ha deliberato integrazioni del programma con un aumento della cubatura complessiva necessario per le nuove esigenze della scuola e per lo sviluppo futuro.
Il programma prevede il trasferimento dell'Istituto tecnico industriale in lingua tedesca attualmente ospitato in via O. Huber; questo Istituto è annesso al Liceo scientifico "Albert Einstein" attualmente sistemato nella parte est del centro scolastico di via Karl-Wolf.

Ufficio responsabile

Ripartizione 11, Ufficio edilizia ovest 11.2

Partecipanti al progetto

Coordinatore unico   
Dott. Arch. Josef March
Direttore d'Ufficio   
Dott. Arch. Marina Albertoni
Responsabile di progetto              
Dott. Arch. Carlotta Zambonato
Progettista generale              
Dott. Arch. Josef March
Dott. Arch. Carlotta Zambonato

Costo complessivo e cubatura

Costi lordi di costruzione     
10,60 Mio €

Cubatura fuori terra ampliamento              
10.550 m³
Cubatura interrata                  
5.730 m³
Cubatura totale ampliamento                          
16.280 m³

Tempi di realizzazione

Fase progettuale             
2001 - 2007
Inizio dei lavori                
2010
Ultimazione dei lavori               
2012

Il progetto d'ampliamento, elaborato sulla base delle esigenze della scuola ed in accordo con l'Ufficio finanziamento scolastico, consiste nel prolungamento del blocco esistente delle classi normali sul lato est e nella realizzazione di un nuovo volume a nord che definisce così un nuovo cortile interno.
Il blocco di prolungamento delle classi lungo il lato est prevede:

  • al piano interrato aule speciali
  • al piano terra l'Aula Magna, un passaggio coperto verso le palestre esistenti e l'alloggio per il custode
  • al piano primo e secondo aule normali.

Il nuovo volume a nord è suddiviso invece, al piano terra in locali per insegnanti e biblioteca mentre ai piani superiori in aule speciali. La ristrutturazione dell'edificio esistente prevede sostanzialmente l'adeguamento alle norme tecniche vigenti ed é stata pianificata e realizzata durante le pause estive per garantire la continuità dell'attività scolastica.
Il programma planivolumetrico integrato prevede anche la ristrutturazione dei locali accessori della palestra tripla.