Agevolazioni sul posto di lavoro (Legge n. 104 del 05.02.1992 e successive modifiche)

La legge statale n. 104/1992 e successive modifiche prevede la possibilità di fruire di agevolazioni sul posto di lavoro. Hanno accesso alle agevolazioni lavorative le persone in situazione di gravità e i loro familiari.

Presupposti d’accesso

  • Certificazione della situazione di gravità ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge n. 104/92, accertata dalle commissioni mediche preposte;
  • la persona in situazione di gravità non è ricoverata a tempo pieno in una struttura (salvo eccezioni);
  • ulteriori requisiti di legge, necessari per accedere alle singole agevolazioni, sono descritti nella tabella sottostante.

Agevolazione

Aventi diritto

Prolungamento congedo parentale (max 3 anni comprensivo dei periodi di congedo parentale ordinario)

o, in alternativa,

2 ore di permesso giornaliero retribuito, o 3 giorni di permesso mensile retribuito

  • genitori, anche adottivi o affidatari (anche in alternanza):
    • prolungamento: entro 12° anno di vita del figlio
    • 2 ore permesso: fino al 3° anno di vita del figlio
    • 3 giorni di permesso: non sono previsti limiti d’età del figlio

3 giorni di permesso mensile retribuito

  • genitori, anche adottivi o affidatari (anche in alternanza)
  • coniuge o parte dell’unione civile (fra persone dello stesso sesso) o parte della coppia di fatto (anche fra persone dello stesso sesso) con requisito che nessun altro parente lavoratore gode del beneficio

con ulteriori requisiti:

  • parenti e affini entro secondo grado (requisito referente unico: nessun altro parente lavoratore gode del beneficio)
  • parenti e affini entro terzo grado (requisiti: referente unico + quando i genitori o il coniuge della persona con handicap siano deceduti o mancanti; o abbiano più di 65 anni o siano affetti da patologie invalidanti)

2 ore di permesso giornaliero

in alternativa

3 giorni di permesso mensile retribuito

  • lavoratori stessi in situazione di gravità

Scelta sede di lavoro più vicina al domicilio dell’assistito e rifiuto al trasferimento in altra sede

  • lavoratori stessi in situazione di gravità
  • genitori, anche adottivi o affidatari
  • parenti e affini entro il secondo o terzo grado (v. requisiti)

Congedo retribuito di 2 anni (frazionabile)

Ordine di priorità nella fruizione dei congedi per gli aventi diritto:

  1. coniuge convivente o la parte dell’unione civile (fra persone dello stesso sesso) convivente
  2. padre o madre anche adottivi (non è necessaria la convivenza)
  3. uno dei figli conviventi
  4. uno dei fratelli o sorelle conviventi
  5. parenti ed affini entro 3° grado conviventi

Presupposto indispensabile per essere titolare del beneficio è che i familiari che hanno precedenza nella fruizione (v. scaletta) siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti certificate.

Documenti richiesti

Per fruire delle agevolazioni lavorative va presentata formale richiesta scritta indirizzata al proprio datore di lavoro, ovvero al dirigente individuato dall’Ente di appartenenza (p.es. Ufficio personale o proprio Direttore/trice), con allegati i seguenti documenti:

  • copia del verbale di accertamento della situazione di gravità ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge n. 104/1992;
  • autocertificazioni relative alla sussistenza dei requisiti previsti per la fruizione della singola agevolazione e sottoscrizione obbligo a comunicare eventuali variazioni.

 

Normativa

  • Legge 5 febbraio 1992, n. 104 "Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate", articoli 3 e 33
  • Legge 8 marzo 2000, n. 53 "Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città" e Decreto Legislativo del 26 marzo 2001, n. 151 “Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53”
  • Legge 4 novembre 2010, n.183 “Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l'impiego, di incentivi all'occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonché misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro” e Decreto Legislativo del 18 luglio 2011, n.119 “Attuazione dell'articolo 23 della legge 4 novembre 2010, n. 183, recante delega al Governo per il riordino della normativa in materia di congedi, aspettative e permessi” e Circolari INPS del 6 marzo 2012, n. 32 e Circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica del 3 febbraio 2012, n. 1.

Informazioni

Per l’accertamento della situazione di gravità e per ricevere informazioni generali sulle agevolazioni lavorative, visitare il sito del Servizio di medicina legale dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige alla Website http://www.sabes.it/it/ospedali/bolzano/medicina-legale.asp o rivolgersi alle Commissioni mediche per l’accertamento dell’handicap presso i diversi Comprensori sanitari:

 

Bolzano, via Amba Alagi 33, tel. 0471 909280 o 0471 909282

Bressanone, via Dante 26 C, tel. 0472 813 652

Merano, via Laurin 24, tel. 0473 264 713

Brunico, via Ospedale 11, tel. 0474 586 545

 

  • Per informazioni sulle agevolazioni lavorative per casi complessi: rivolgersi a

Ufficio 24.3 Persone con disabilità 0471 418271 o 0471 418272