Esame di Stato conclusivo del I ciclo (medie)

 

I ragazzi che frequentano la 3° classe della secondaria di I grado (scuola media) dovranno preparare una presentazione, durante la quale esporranno un loro elaborato su un argomento assegnato loro dal consiglio di classe. L'elaborato potrà essere realizzato in diverse forme: un testo scritto oppure una presentazione (anche multimediale), una mappa o insieme di mappe, un video, oppure una produzione artistica o tecnico-pratica o anche strumentale, per gli alunni che frequentano gli indirizzi musicali. Gli studenti dovranno inviare digitalmente alla scuola il loro elaborato, che presenteranno poi a tutti gli insegnanti della propria classe in videoconferenza. Gli esami dovranno concludersi entro il 30 giugno e si svolgeranno secondo un calendario fissato dalla singola scuola. Per quanto riguarda la valutazione degli studenti, essa viene effettuata sulla base del percorso triennale, dell'attività didattica effettivamente svolta, sia in presenza che a distanza e della valutazione ottenuta durante l'esame. Rimane anche la possibilità, per gli studenti meritevoli, di ricevere la lode, considerate le valutazioni conseguite nel percorso scolastico del triennio e con voto unanime del consiglio di classe.

 

In base all'art. 1, comma 4, lettera b) del decreto legge n. 22/2020 e del regolamento ministeriale n. 9/2020 l'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di  istruzione nell'anno scolastico 2019/2020 corrisponderà alla valutazione finale del consiglio di classe (nello specifico gli alunni e le alunne presenteranno il loro elaborato conclusivo in videoconferenza al consiglio di classe e le presentazioni degli elaborati con le valutazioni finali potranno tenersi anche successivamente al termine delle lezioni - ma in ogni caso non oltre il 30 giugno 2020).

Nel corrente anno scolastico non verrà quindi nominata una commissione d'esame; la valutazione dell'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione sarà decisa in relazione alla valutazione dell'intero anno scolastico in una seduta del consiglio di classe.

 

In presenza di questa situazione e in base all'art. 14 del contratto collettivo nazionale del 23 aprile 2003, secondo cui in caso di lavoro a tempo parziale non è prevista "una riduzione dell'orario di lavoro per lo svolgimento degli scrutini e degli esami nonché per la partecipazione alle riunioni degli organi collegiali scolastici", al personale docente con orario di lavoro a tempo parziale non spetta lo stesso trattamento economico del personale docente con orario di lavoro a tempo pieno (in quanto la partecipazione ad attività collegiali del personale docente con orario di lavoro a tempo parziale non viene di fatto ulteriormente retribuita).

 

Download

Contatti

Direzione provinciale Scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado a carattere statale in lingua italiana
Via del Ronco, 2 - 39100 Bolzano
tel. +39 0471 411300 - fax +39 0471 411309
e-mail: - PEC: sovrintendenza.hauptschulamt@pec.prov.bz.it
Ispettori referenti: Andrea Felis - tel. +39 0471 411339; Mauro Valer - tel. +39 0471 411305

Intendenza scolastica italiana
Ufficio Ordinamento e progettualità scolastica
Via del Ronco, 2 - 39100 Bolzano
tel. +39 0471 411400 - fax +39 0471 411429
e-mail: progettualitascolastica@provincia.bz.it - PEC: progettualitascolastica@pec.prov.bz.it
Referente: Fulvio Roseano - tel. +39 0471 411416