Contenuto principale

Chi siamo

L'Intendenza Scolastica Italiana è la ripartizione della Provincia di Bolzano che si occupa della scuola in lingua italiana.

I principi che animano la "nostra" scuola sono la centralità degli studenti, la professionalità dei docenti, l'attenzione alla comunità territoriale ed il coinvolgimento delle famiglie. Si tratta di una scuola che si pone come obiettivo il successo formativo dei ragazzi e delle ragazze che la fequentano.

L'assessorato alla scuola in lingua italiana è retto dall'Assessore Christian Tommasini.

Nicoletta Minnei ricopre la carica di Sovrintendente scolastica, é competente sul personale docente e dirigente, esprime indicazioni di massima riguardo alle metodologie e alle scelte didattiche; vigila sul corretto funzionamento delle istituzioni scolastiche; promuove e coordina le iniziative di innovazione e sostegno alle scuole autonome. In quanto Direttrice del Dipartimento Istruzione e Formazione Italiana, inoltre, coordina le attività dell'Area Pedagogica, dell'Intendenza scolastica, dell'Area Formazione Professionale italiana e dell'Area Istruzione e Formazione Musicale italiana.

Tonino Tuttolomondo è il Direttore della Ripartizione 17 - Intendenza scolastica italiana. Sotto la sua responsabilità ricadono tutti gli adempimenti relativi alla parte più decisamente amministrativa, necessaria al sostegno dell'attività degli istituti scolastici.

Il nodo più importante di tutto il sistema scolastico, naturalmente, sono le scuole autonome. Sono loro il vero motore dell'istruzione nella nostra provincia e sono loro che, basandosi sulla legge provinciale n. 12/2000 (autonomia nelle scuole), permettono ai nostri ragazzi di individuare e sviluppare le loro capacità, di mettersi alla prova, di acquisire le competenze necessarie a vivere con soddisfazione e responsabilità nell'Europa del futuro.

In questo sistema, non più rigidamente verticale, ma flessibilmente orizzontale, l'Intendenza Scolastica Italiana sostiene le comunità scolastiche nel raggiungimento degli obiettivi comuni, nella massimizzazione della qualità dell'offerta formativa, nel costante miglioramento ed aggiornamento della professionallità dei docenti e nel raggiungimento di importanti economie di scala in particolari ambiti. Tutto ciò si attua con il massimo rispetto della trasparenza, nella ricerca del dialogo con tutte le componenti del sistema e nella volontà di mettersi a disposizione di quanti vivono e costituiscono le comunità scolastiche.