Sala operativa e Centro Situazioni Provinciale

Sala operativa e Centro Situazioni Provinciale

La Centrale Operativa

Nella Centrale Operativa del Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Bolzano prestano servizio 24 ore su 24 due disponenti. Questi operatori hanno il compito di raccogliere tutte le richieste d'intervento (e le informazioni necessarie) che giungono dalla Centrale Numero Unico di Emergenza 112 (o direttamente dal cittadino) e conseguentemente di allarmare e coordinare le unità del Corpo Permanente adeguate al tipo di intervento (ed in caso di necessità anche quelle dei tre Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari di Bolzano). La sala operativa rappresenta anche la centrale telefonica del Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Bolzano. In tutto la centrale è dotata di 5 posti operatore, in modo da consentire un potenziamento nei casi di maggiore necessità. Tutte le attività della Centrale Operativa vengono registrate. Le comunicazioni telefoniche e quelle via radio vengono registrate automaticamente; i dati degli interventi invece vengono memorizzati tramite computer dagli operatori. Le comunicazioni telefoniche e quelle radio più importanti, così come i movimenti degli automezzi, vengono riportate in un rapportino. Nel caso di eventi particolari gli operatori possono attivare, mediante un software speciale, il Sistema-Informazioni-Popolazione (SIP), con il quale l'intera popolazione della Provincia viene informata attraverso i mass-media (Radio e TV) sulle misure di comportamento da attuare. Ulteriori altri programmi sono a disposizione degli operatori per coadiuvare le unità dei Vigili del Fuoco, la Polizia e il Soccorso Sanitario sul luogo dell'intervento (come ad esempio nel caso di incidenti con sostanze pericolose).

Processo di certificazione ISO 9001

L'attività svolta nella Centrale Operativa del Corpo Permanente è stata oggetto nell'anno 2019 di un processo di certificazione di qualità. Durante il processo di analisi e controllo dei processi si è deciso di raggruppare tutta la documentazione in forma organica, consultabile e pubblicabile al fine non solo di poter affrontare il processo di certificazione ma come modello riorganizzativo.

Tutto questo si é trasformato nel "MANUALE DI CENTRALE OPERATIVA"

Il documento descrive il Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ) definito ed adottato dal Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Bolzano (CPVVF-BZ) in conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2015 e costituisce un riferimento costante per il personale nell’applicazione e nel miglioramento del sistema stesso e del servizio erogato.

 

Esso è applicato alla progettazione e realizzazione dei processi di risposta alle chiamate, allertamento e informazione in qualità di PSAP2 (PSAP2 = Centrale operativa incaricata della gestione della chiamata di emergenza e del correlato intervento) nel sistema NUE112 numero unico di emergenza.

Le attività si svolgono nella Centrale operativa e nel Centro Controllo Situazioni Provinciale (CCS) gestiti dal Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Bolzano.

Il manuale cosi realizzato vuole essere un documento dinamico, organizzato e strutturato, capace di guidare gli operatori verso un costante miglioramento delle prestazioni garantendo nel contempo una elevata professionalità del personale e efficienza del servizio.

 

OBETTIVI POLITICA DELLA QUALITÁ

 

Il Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Bolzano per rendere concreta, operativa e misurabile la politica della qualità, ha identificato degli obiettivi fondamentali che ogni collaboratore dell’organizzazione deve conoscere e perseguire in tutte le attività che lo vedono protagonista.

In relazione al campo di applicazione del Sistema Qualità, gli obiettivi della qualità rappresentano per il Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Bolzano le coordinate essenziali dell’azione e della gestione del sistema di processi.

 

Assicurare una costante continuità del servizio, affidabile, flessibile e adattabile al contesto:

Il Corpo Permanente è chiamato ad operare H24 nella città di Bolzano per l'attività ordinaria e in tutta la provincia per gli interventi che richiedono speciali attrezzature e conoscenze specifiche.

In campo nazionale e internazionale le squadre del Corpo Permanente hanno affiancato in scenari calamitosi le organizzazioni di soccorso facendo capo alle strutture dei Vigili del Fuoco territorialmente competenti.

La struttura é organizzata per far fronte a emergenze di breve e lunga durata garantendo la dotazione organica prevista per lo svolgimento dei processi di Centrale operativa.

 

Garantire l'immediatezza di risposta alle richieste di soccorso:

Fattore di particolare importanza è l'immediatezza alla risposta al richiedente di soccorso.

La risposta all'utente deve essere garantita nel più breve tempo possibile anche nel caso giungano più chiamate contemporaneamente attuando politiche di gestione adeguate alla situazione.

Il chiamante si trova generalmente in uno stato di bisogno che lo confronta con situazioni fuori dall'ordinario e che possono indurre uno stato confusionale.

Sta alla professionalità dell'operatore di Centrale operativa rispondere con celerità e aiutare il chiamante al fine di ottenere informazioni chiare e contestualizzate.

 

Garantire l'adeguatezza di risposta operativa derivante dalla gestione della richiesta di soccorso:

Le informazioni ottenute devono essere nel più breve tempo possibile utilizzate per inviare i soccorsi adeguati: L'efficacia della risposta è direttamente correlata alla corretta codifica da parte dell'operatore di Centrale operativa.

Essa viene misurata considerando l'adeguatezza delle risorse allertate (unità dei Vigili del Fuoco e altri enti/autorità) e dei mezzi impiegati per far fronte all'evento.

La risposta che consegue a una richiesta di soccorso deve essere uniforme.

 

Mantenimento di una elevata professionalità:

Gli aspetti che influiscono sulla professionalità sono molteplici. Il processo di risposta e allertamento prevede diverse fasi che implicano competenze di comunicazione e padronanza nell'utilizzo di tecnologie e procedure. Tutte questi fattori vanno formati, mantenuti e vi deve essere un continuo processo migliorativo che consente di trasformare le esperienze in un bagaglio condiviso.

 

Attuazione di una efficace comunicazione nei processi interni e nei confronti degli stakeholder esterni:

Nel contesto in cui si opera è sempre più evidente l'importanza che il personale e i richiedenti esterni attribuiscono alla chiarezza nelle comunicazioni e disposizioni.

 

Collaborazione

Collaborazione

La Centrale Operativa è collegata mediante linee telefoniche dirette con le principali organizzazioni di soccorso e di Polizia: Centrale Provinciale Emergenza, Polizia e Carabinieri. Inoltre è collegata via radio con le altre Centrali di Allarme Distrettuali, con l'autostrada A22 e con il Corpo Forestale. La Centrale ha inoltre a disposizione vari collegamenti con i principali enti, cui fare riferimento in caso di necessità specifiche: centrali elettriche, Ferrovie dello Stato, uffici provinciali, IPES, Esercito, centrali a Roma e all'estero. Vista la caratteristica del presidio costante, da alcuni anni la Centrale Operativa svolge funzioni di allertamento per vari organi dell'amministrazione provinciale, tra i quali: il servizio reperibilità dell'ufficio Protezione Civile, della Ripartizione alle Foreste, dell'ufficio Geologia e  dell'Agenzia Provinciale per la Protezione dell'Ambiente e la Tutela del Lavoro.

Centro Situazioni Provinciale

Centro Situazioni Provinciale

Compito molto importante della Centrale Operativa è quello di svolgere la funzione di centro di raccolta informazioni e di controllo situazione per tutta la Provincia. In caso di catastrofi naturali o di eventi di grande entità presso la Centrale vengono raccolte ed analizzate tutte le informazioni che arrivano dai vari uffici provinciali coinvolti nell'evento, dagli organi statali, dalle forze di Polizia e dai Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari. I dati vengono poi messi a disposizione dei dirigenti della Protezione Civile affinché possano prendere le decisioni e le iniziative del caso. Successivamente queste informazioni vengono messe anche a disposizione della stampa.