Conferenza dei servizi

I liberi professionisti possono svolgere autonomamente la loro attività di progettazione o collaudo antincendio nel rispetto delle disposizioni vigenti. Nel caso in cui non sia possibile rispettare uno o più punti di una regola tecnica antincendio (per esigenze funzionali o trattandosi di una costruzione esistente), è necessario seguire l'iter della deroga. Si tratta di una procedura di tipo autorizzativo la cui competenza spetta alla Conferenza dei servizi per la protezione antincendio e civile, che viene convocata con cadenza mensile dal direttore dell’Agenzia per la Protezione Civile. L'ufficio prevenzione incendi svolge l'istruttoria delle pratiche esaminando il progetto antincendio, eseguendo un sopralluogo, consigliando l'interessato sulle proposte di sicurezza equivalente, presentando in anticipo ai componenti della conferenza dei servizi un parere scritto ed infine relazionando agli stessi durante la riunione. Per tutti questi motivi la documentazione completa riguardante la richiesta di deroga deve essere presentata all' ufficio prevenzione incendi almeno un mese prima della data prevista per la riunione della Conferenza dei servizi. L'istanza deve essere presentata conformemente a questi modelli .

In caso di progetti elaborati con le metodologie dell’ingegneria antincendio (FSE) spetta alla conferenza dei servizi il concordamento di obiettivi e scenari di incendio, così come l’approvazione di progetti elaborati con le soluzioni alternative proposte dal codice di prevenzione incendi (Decreto Ministeriale 3 agosto 2015).
La conferenza dei servizi inoltre decide i ricorsi in materia di prevenzione incendi e impianti termici avverso le prescrizioni dell'ufficio prevenzione incendi e dei sindaci.

DATA DELLA PROSSIMA CONFERENZA DEI SERVIZI: 19 novembre 2019