Normativa di prevenzione incendi

La Provincia di Bolzano ha emesso delle regole tecniche che regolamentano alcune attività soggette a controllo di prevenzione incendi:

  • Misure di sicurezza e prevenzione incendi per i locali di pubblico spettacolo o intrattenimento
  • Direttive per l’edilizia scolastica
  • Norme in materia di pubblici esercizi (alberghi)
  • Norme di sicurezza in materia di apparecchi per il rifornimento domestico a carica lenta di gas naturale per autotrazione
  • Impianti termici

Nel caso di progetti relativi a tali attività la normativa provinciale ha la prevalenza rispetto alla normativa nazionale corrispondente. Qualora si volesse comunque applicare la normativa nazionale, si rende necessario presentare domanda di deroga.
Tutte le altre regole tecniche applicabili sono nazionali e sono consultabili al seguente link Corpo nazionale dei Vigili del fuoco (Link esterno). Al seguente link sono disponibili testi coordinati con le principali circolari chiarificatrici e risposte a quesiti: Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno. (Link esterno)

In presenza di un luogo di lavoro, sia che si tratti di un'attività soggetta a controllo di prevenzione incendi o no (perché non contemplata nell'elenco delle 80 attività o perché sotto soglia), il datore di lavoro deve elaborare un documento di valutazione del rischio d'incendio secondo il Decreto Ministeriale 10 marzo 1998. Il decreto prevede l'adozione di misure di sicurezza di tipo strutturale come ad esempio un sistema di vie di fuga organizzato, la presenza di mezzi di estinzione, la segnaletica, l’illuminazione di emergenza, la resistenza al fuoco delle strutture secondo il D.M. 9 marzo 2007 e tutto il necessario per minimizzare il rischio. Il responsabile di tali adempimenti è il gestore ed il documento deve essere depositato in azienda.
Si ricorda che per la progettazione di qualsiasi struttura vige il D.M. 17 gennaio 2018 (testo unico delle costruzioni) che prevede come azione eccezionale anche il carico termico. In opere da costruzione, costituenti o non attività soggette a controllo di prevenzione incendi, in caso di presenza di un potenziale carico di incendio, deve essere valutato anche il cimento termico.

Normativa provinciale

  • Circolare esplicativa alla legge provinciale del 16 giugno 1992, n.18 „Norme generali per la prevenzione incendi e per gli impianti termici", pubblicata sul Bollettino Ufficiale del 30 giugno 1992, n. 27
    Circolare n. 1/1992
  • Circolare esplicativa al Decreto del Presidente della Giunta provinciale del 23 giugno 1993, n. 20 concernente la prevenzione degli incendi e l'installazione e conduzione degli impianti termici, pubblicato sul supplemento ordinario n. 2 al B.U. 24.08.1993, n. 39.
    Circolare n. 2/1994
  • Circolare riassuntiva delle procedure relative alla prevenzione incendi ed agli impianti termici.
    Circolare n. 2/1995
  • Circolare esplicativa al Decreto del Presidente della Giunta Provinciale 25 giugno 1999, n. 33 recante "Modifiche delle norme concernenti la prevenzione degli incendi e l'installazione e conduzione degli impianti termici”.
    Circolare n. 2/1999
  • Deroghe dalle normative di prevenzione incendi (senza allegati perché non più attuali)
    Circolare n. 3/2001
  • Modifiche del regolamento di attuazione della Legge Provinciale 16 giugno 1992, n. 18.
    Circolare n. 1/2013
  • Verbale di collaudo di prevenzione incendi: Allegato A
  • Allegato B Libretto di prevenzione incendi per la manutenzione: Libretto di manutenzione

Pubblici esercizi

  • Circolare esplicativa al Decreto del Presidente della Giunta provinciale 14 dicembre 1998, n. 37 recante modifiche alle norme di prevenzione incendi negli esercizi ricettivi: Circolare n. 1/1999

Scuole

  1. Regolamento di cui all'articolo 10 della legge provinciale 21 luglio 1977, n. 21: "Direttive per l'edilizia scolastica" - Decreto del Presidente della Provincia 23 febbraio 2009, n. 10 (Link esterno)
  2. Modifiche delle norme tecniche relative all'edilizia scolastica: Decreto del Presidente della Provincia 4 ottobre 2006, n. 51 (Link esterno)

Luoghi di pubblico spettacolo vedi qui

Rifornimento domestico gas naturale

  • 1. Applicazione del codice di prevenzione incendi in Provincia di Bolzano: Circolare n. 1/2017
  • 2. Modifiche del regolamento di attuazione della Legge Provinciale 16 giugno 1992, n. 18: Circolare n. 1/2013
  • 3. Rapporto di controllo tecnico per generatori di calore di potenzialità fino a 35 kW: Circolare n. 2/2012
  • 4. Il controllo e la pulitura degli impianti termici di potenzialità fino a 35 kW: Circolare n. 1/2012
  • 5. Nuova classificazione delle attività soggette a controllo di prevenzione incendi: Circolare n. 2/2011
  • 6. Aperture di ventilazione dei locali in cui si trovano apparecchi per la produzione di calore di potenzialità inferiore a 35 kW: Circolare n. 1/2011
  • 7. Criterio generale di deroga riguardo alle residenze per studenti universitari: Circolare n. 1/2010
  • 8. La prevenzione incendi e la tutela del lavoro - applicazione del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 in riferimento alla prevenzione incendi: Circolare n. 1/2008
  • 9. Nuove norme di prevenzione incendi: Circolare n. 2/2007
  • 10. Criteri generali di deroga per le strutture sanitarie pubbliche e private: Circolare n. 1/2007
  • 11. Nuove norme di prevenzione incendi: Circolare n. 1/2006
  • 12. Rettifica della Circolare n. 3/2005: La dichiarazione di idoneità dei sistemi di evacuazione dei fumi: Circolare di rettifica
  • 13. La dichiarazione di idoneità dei sistemi di evacuazione dei fumi: Circolare n. 3/2005
  • 14. Rispetto della normativa antincendio nella progettazione di opere pubbliche: Circolare n. 2/2005
  • 15. Gli adempimenti di prevenzione incendi nei cantieri edili: Circolare n. 1/2005
  • 16. Ospedali, case di cura e simili: Circolare n. 1/2002
  • 17. Deroghe dalle normative di prevenzione incendi (privo di modelli): Circolare n. 3/2001
  • 18. Piani di emergenza: Circolare n. 2/2001
  • 19. Obblighi relativi alle installazioni di depositi di GPL in serbatoi fissi della capacità complessiva non superiore a 5m³: Circolare n. 1/2000
  • 20. Circolare n. 3/99 riguardo ai criteri per la concessione di deroghe in via generale: Circolare n. 3/1999
  • 21. Circolare esplicativa al Decreto del Presidente della Giunta Provinciale 25 giugno 1999, n. 33 recante "Modifiche delle norme concernenti la prevenzione degli incendi e l'installazione e conduzione degli impianti termici“: Circolare n. 2/1999
  • 22. Circolare esplicativa al Decreto del Presidente della Giunta provinciale 14 dicembre 1998, n. 37 recante modifiche alle norme di prevenzione incendi negli esercizi ricettivi: Circolare n. 1/1999
  • 23. Precisazioni riguardo alcune disposizioni tecniche e procedurali di prevenzione incendi e impianti termici: Circolare n. 1/1998
  • 24. La prevenzione degli incendi e la tutela del lavoro - L'applicazione del Decreto legislativo n. 626/1994 e delle altre disposizioni di tutela del lavoro in riferimento alla prevenzione incendi: Circolare n. 1/1996
  • 25. Reti di distribuzione del gas naturale con densità <0,8 – Controlli: Circolare n. 1/1995
  • 26. Impianti di distribuzione del carburante: Circolare n. 4/1994
  • Libretto di impianti di potenzialità maggiore di 10 kW: Allegato A „Libretto di impianto“ (ai sensi del DPR 16 aprile 2013, n. 74 e del DM 10 febbraio 2014)
  • Istruzioni per la compilazione del libretto di impianto: Allegato B
  • Rapporto di controllo tecnico per generatori di calore di potenzialità fino a 35 kW: Circolare n. 2/2012
  • Il controllo e la pulitura degli impianti termici di potenzialità fino a 35 kW: Circolare n. 1/2012
  • Aperture di ventilazione dei locali in cui si trovano apparecchi per la produzione di calore di potenzialità inferiore a 35 kW: Circolare n.1/2011
  • Rettifica della Circolare n. 3/2005: La dichiarazione di idoneità dei sistemi di evacuazione dei fumi: Circolare di rettifica
  • La dichiarazione di idoneità dei sistemi di evacuazione dei fumi: Circolare n. 3/2005
  • Libretto di manutenzione di prevenzione incendi (centrali termiche): Allegato "B"
  • Relazione tecnica per impianto termico ad acqua calda con temperatura < 100 °C, obbligatorio per gli impianti termici con potenza termica del focolare nominale superiore o uguale a 35 kW: Allegato "C"
  • Verbale di collaudo obbligatorio per gli impianti termici con potenza termica del focolare nominale superiore o uguale a 35 kW: Allegato "D1"
  • Dichiarazione di conformità per imprese installatrici e per uffici tecnici interni di imprese non installatrici: Allegato "E"

Normativa nazionale