Risanamento dopo incendi

Risanamento dopo incendi

Indicazioni per il risanamento dopo incendi

Se dopo esservi consultati con la Vostra società d'assicurazione, avete deciso di intraprendere personalmente i lavori di risanamento del Vostro appartamento, ci permettiamo di darvi qualche indicazione:

Valutazione del pericolo

In ogni incendio, a seconda del tipo, della quantità del materiale combusto e della temperatura dell'incendio, si sviluppano varie sostanze nocive. Durante l'incendio queste possono essere trasportate all'esterno insieme ai gas di combustione, oppure possono legarsi ai residui della combustione (fuliggine e cenere).
Dopo il raffreddamento e la ventilazione dell'appartamento, le sostanze nocive si trovano nei residui dell'incendio e attraverso l'inalazione o l'ingestione possono essere introdotte nel corpo umano.
Durante la ristrutturazione è necessario rispettare le seguenti regole di sicurezza e di comportamento per evitare danni alla propria salute.

Regole di sicurezza e di comportamento

Regole di sicurezza e di comportamento

Abbigliamento di sicurezza

Durante il risanamento è necessario indossare i seguenti indumenti di sicurezza:

  1. Tuta di protezione (con cappuccio!) in carta rinforzata o materiale sintetico (monouso).
  2. Dove si formano polveri, è consigliabile una protezione delle vie respiratorie tramite una semimaschera filtrante. Si consiglia di cambiare la maschera frequentemente se i lavori si prolungano.
  3. Guanti di protezione di tipo tessile o cuoio se in presenza di materiale secco, guanti di gomma se umido.

Tutti questi articoli si trovano nei negozi specializzati o nei fai da te.

Evitare la propagazione di sostanze nocive

Per evitare la propagazione di fuliggine e sostanze nocive, ecco alcuni consigli:

  1. Tenere chiuse le porte delle stanze non danneggiate dai fumi dell'incendio. Gli spifferi delle porte sono da sigillare per evitare inutili infiltrazioni nelle stanze non interessate.
  2. Stendere panni umidi nel luogo di transizione tra stanze inquinate (sporche) e stanze pulite.
  3. Ogni oggetto, che si intende spostare in una stanza pulita, deve essere preventivamente accuratamente lavato.
  4. Evitare il sollevamento di fuliggine e ceneri.

Igiene

Alcune regole fondamentali per l'igiene:

  1. Si presti particolare attenzione all'igiene personale durante le sospensioni prolungate dei lavori di pulizia, specialmente per il consumo dei pasti, per una pausa sigaretta, ecc..
  2. Guanti e tute monouso devono restare nel perimetro del luogo danneggiato e possono essere utilizzati più volte, se sono ancora idonei. Le maschere semifiltranti vanno usate una volta sola!
  3. Prima di entrare in un ambiente pulito è consigliabile una accurata pulizia delle parti del corpo contaminate. Prima di lasciare l'appartamento è comunque necessaria una pulizia a fondo del corpo (doccia).

Pulizia di abbigliamento contaminato, di giocattoli e di altri oggetti domestici

Pulizia di abbigliamento contaminato, di giocattoli e di altri oggetti domestici
  1. Gli oggetti contaminati da fuliggine o altri residui d'incendio, prima di essere riutilizzati, vanno puliti accuratamente. Affinché la pulizia risulti adeguata è bene rimuovere ogni residuo di sporco visibile.
  2. Prestare particolare attenzione alla pulizia dei giocattoli.
  3. Gli indumenti che sono venuti a contatto con residui di combustione o che risultano sporchi devono essere lavati separatamente prima di essere riutilizzati.
  4. Oggetti lavabili, che sono coperti di fuliggine e cenere, si puliscono al meglio con una soluzione di detergente in acqua calda.
  5. Nel caso in cui si volessero aspirare fuliggine e ceneri sfuse con un aspirapolvere casalingo, si deve tenere conto che non tutte le particelle sporche vengono assorbite, ma che le più piccole vengono di nuovo immesse nell'ambiente. Durante questo lavoro si deve indossare una semimaschera filtrante.
  6. La carta da parati e le controsoffittature sintetiche dei locali coinvolti nell'incendio devono essere rimosse.
  7. In alcuni casi, i rivestimenti in legno di pareti e soffitti devono essere rimossi poiché i gas nocivi entrano nelle intercapedini tra muro e legno. Nel caso di legno pregiato, può risultare economicamente vantaggiosa la sua rimozione e riutilizzazione dopo una accurata pulizia.
  8. A seconda del grado d'inquinamento dell'intonaco sarà necessario grattarlo, trattarlo con un prodotto specifico o eliminarlo completamente.
  9. I muri in cemento e calcestruzzo possono essere puliti aspirandoli o grattandoli. Se il grado di pulizia raggiunto non è sufficiente, è consigliabile procedere ad un lavaggio (a mano con acqua e soluzione alcalina) o con l'ausilio di un'apparecchiatura ad alta pressione.
  10. Il sasso naturale e le piastrelle in ceramica si lavano a mano con acqua e soluzione alcalina. La pulizia delle fughe deve essere particolarmente accurata. Se ciò non riesce è necessario rifugare tra le piastrelle stesse. Se l'esito della pulizia non è sufficiente è consigliabile la rimozione di tutto il rivestimento.
  11. Dai pavimenti in legno devono essere prima rimosse le particelle di fuliggine e polvere con un aspiratore, poi bisogna procedere con una pulizia con poca acqua. Se l'esito della pulizia non è sufficiente, il pavimento deve essere levigato e risigillato.
  12. I pavimenti in materiale sintetico tipo PVC, linoleum o materiali simili si possono aspirare o lavare. Se l'esito della pulizia non è sufficiente il pavimento deve essere rimosso
  13. Se durante lo spegnimento è stato utilizzato un estintore a polvere sono da rispettare i seguenti punti:
  • Polveri di spegnimento nell'uso normale non sono nocive se non vengono ingerite. E' possibile una lieve irritazione delle mucose.
  • Resti di polvere su superfici lisce vanno rimossi con l'aspirapolvere.
  • Strati e croste vanno grattati e i relativi residui aspirati. Ogni traccia va lavata con acqua e detergente. Successivamente le superfici vanno asciugate immediatamente e le parti metalliche trattate con un anticorrosivo.

Smaltimento

Nello smaltimento dei residui d'incendio vanno rispettate le prescrizioni vigenti. Prima di iniziare il risanamento si consiglia di contattare il responsabile del Comune del servizio rifiuti speciali.

Questi consigli non hanno la pretesa di essere esaurienti! I Vigili del Fuoco non rispondono in alcun modo di eventuali problemi di salute o danni a cose che dovessero verificarsi nonostante il rispetto delle indicazioni descritte.