Ondate di caldo

Cosa fare in caso di ondata di caldo?

L’Alto Adige è un territorio montuoso, ma d’estate, nelle valli esposte a sud, possono verificarsi ondate di caldo con temperature superiori ai 35 gradi. Con temperature di questo tipo, al nostro corpo è richiesto uno sforzo notevole per mantenere la giusta temperatura del corpo. Ci sono alcune cose da sapere per evitare problemi di salute durante le ondate di caldo.

Quanto e che cosa dovrei bere durante un’ondata di caldo?

Per mantenere la giusta temperatura in una situazione di caldo estremo, il corpo umano ha bisogno di raffreddarsi e lo fa tramite la sudorazione. La sudorazione comporta però una grande perdita di liquidi, che vanno reintegrati in maniera adeguata. Questo vuol dire: bere in abbondanza, anche se non si ha una sensazione di sete. Nel caso di un’ondata di caldo si consiglia di bere almeno dieci bicchieri al giorno, meglio se di acqua o altre bevande non zuccherate (tè, succhi di frutta) e possibilmente a temperatura ambiente. Evitate quindi bevande troppo fredde, gassate, molto zuccherate, alcolici e caffè. Attenzione anche per le bevande sportive: queste non sono adatte alle persone anziane per via del loro alto contenuto di sodio.

Cosa mangiare in caso di ondata di caldo?

Durante un’ondata di caldo è bene fare attenzione a due cose nell’alimentazione: da una parte bisogna rimanere leggeri per non affaticare ulteriormente il corpo, dall’altra è necessario che gli alimenti forniscano molti liquidi. Dunque si consiglia di assumere alimenti leggeri ed evitare quelli grassi, fritti, molto lavorati, piccanti o molto dolci.

Scegliete alimenti ricchi di acqua e sali minerali come frutta e verdura, minestre non troppo calde, pasta, riso e pesce. Ricordatevi anche di mangiare in orari regolari.

Anche per gli spuntini la cosa migliore è la frutta. Certamente anche un gelato può dare un po’ di sollievo, ma in caso di ondate di caldo è meglio preferire i gusti alla frutta.

Come posso aiutare il mio corpo durante un’ondata di caldo?

A parte un’alimentazione leggera e liquidi sufficienti, durante un’ondata di caldo il corpo ha bisogno soprattutto di riposo. Evitate lavori o sforzi fisici pesanti specie all’aperto e nelle ore più calde della giornata. È meglio passare in casa le ore più calde dalle 12 alle 17. Un bagno o una doccia fresca possono aiutare a sopportare meglio il caldo. Chi ha problemi di mobilità può tamponarsi con una spugna bagnata.

Durante le ore più calde bisognerebbe evitare anche viaggi prolungati in macchina qualora l’auto non fosse dotata di aria condizionata. Se non potete rimandare un viaggio in macchina, fate frequenti soste all’ombra.

A cosa fare attenzione in casa durante un’ondata di caldo?

Seguendo alcune semplici regole, è possibile mantenere fresca la casa, anche se fuori c’è un caldo torrido. La cosa più importante è ventilare bene la casa nelle ore notturne (attenzione alle correnti d’aria!), in modo da abbassare la temperatura all’interno. Di giorno bisogna chiudere le serrande e le finestre per evitare che la luce diretta del sole entri in casa.

Un impianto di climatizzazione può essere utile, però è importante impostarlo in maniera tale da non creare una differenza di temperatura troppo alta fra la casa e l’esterno. Chi mal sopporta l’umidità dell’aria può ricorrere all’uso di un deumidificatore.

Come vestirsi durante un’ondata di caldo?

L’abbigliamento consigliato per un’ondata di caldo è leggero, chiaro e ampio. Sono particolarmente adatti i tessuti di lino e cotone perché sono traspiranti e non ostacolano la sudorazione. Per riparare la testa dal sole è consigliabile portare un capello e occhiali da sole con un buon indice di protezione dai raggi UV.

Come proteggere gli anziani e i malati?

Il caldo estremo può influire sulla salute e richiedere aggiustamenti nelle dosi dei farmaci da assumere. Questi vanno sempre prescritti dal proprio medico. Le persone anziane o malate dovrebbero tenere a portata di mano il numero unico di emergenza 112 e i numeri telefonici dei parenti, da avvertire in caso di emergenza o malore dovuti al caldo.

Alcuni Comuni (come per esempio la Città di Bolzano ) in caso di ondata di caldo mettono a disposizione dei cittadini anziani delle sale climatizzate.

Il Ministero della Salute informa i cittadini sulla pagina web http://www.salute.gov.it/portale/caldo/homeCaldo.jsp