Archivi nobiliari, di famiglia e domestici

Archivi nobiliari, di famiglia e domestici

Accanto a vasti archivi nobiliari (Künigl, Lachmüller Wolkenstein, Welsperg, Oberpayrsberg, Schlandersberg, Toggenburg e altri), la serie raggruppa anche un numero piuttosto consistente di piccoli e medi archivi familiari e domestici.

Wolkenstein-Trostburg

I Wolkenstein, in origine ministeriali di Andechs poi dei conti del Tirolo, nel 1292 acquistarono il giudizio e il castello di Wolkenstein (Selva) dal quale presero il proprio nome. Nel XIV secolo, in seguito a contratto di matrimonio acquisirono il giudizio e il castello di Trostburg. Nel XV secolo i Wolkenstein si divisero in due linee: i Wolkenstein-Trostburg e i Wolkenstein-Rodenegg. Nel 1476 i Wolkenstein furono elevati al rango di baroni, il rango dei conti dell'Impero seguì per i Wolkenstein-Trostburg nel 1628 e 1630, per i Wolkenstein-Rodenegg nel 1633.
Il fondo si articola in quattro fondi parziali: fondo Wolkenstein-Trostburg, pergamene, urbari e fondo Wolkenstein-Trostburg di Castel Toblino.

P: XIII-XX secolo
C: Fondo Wolkenstein-Trostburg: 377 scatole; Fondo pergamene: 24 scatole con 1309 pergamene; Fondo urbari: 30 scatole; Fondo Wolkenstein Toblino: 246 scatole
R: repertorio

PT

Altri comunicati stampa di questa categoria