Liquidazione del contributo

Il contributo viene concesso con decreto dell’Assessore ai Beni Culturali. La liquidazione avviene in base alla domanda per la liquidazione del contributo redatta in carta semplice e presentata unitamente a fatture regolarmente saldate, con data posteriore alla presentazione della domanda di contributo e controfirmate dal beneficiario. Le fatture devono coprire l’importo totale dei costi riconosciuti.

La liquidazione ha luogo in seguito al collaudo delle opere da parte dell’Ufficio Beni architettonici e artistici. Alla presentazione della domanda di liquidazione deve essere allegata anche la relazione sugli interventi di restauro. Si può presentare richiesta di liquidazione parziale per singoli stati d’avanzamento dei lavori. I pagamenti parziali devono riferirsi a lavori già eseguiti e le fatture devono riportare il visto dell’Ufficio Beni architettonici e artistici.

Qualora venga appurato che i lavori non rispettano le prescrizioni della tutela storico-artistica o che il richiedente abbia fornito dati non veritieri, il contributo non viene erogato. L’Ufficio Beni architettonici e artistici può inoltre negare o decurtare il contributo nel caso in cui i lavori non siano eseguiti ad opera d'arte o che i materiali risultino di qualità inferiore.


Nota bene

Nel caso di interventi di restauro e risanamento conservativo la liquidazione del contributo ha luogo solamente ad avvenuta presentazione della relazione sugli interventi di restauro redatta dal restauratore. La relazione deve essere presentata nel caso di:

  • restauro e risanamento conservativo di dipinti murali
  • intonaci storici
  • facciate
  • dotazioni strutturalmente connesse con la costruzione (pavimenti originali, finestre, stufe in maiolica, stuben con tavolati, componenti di arredo inamovibili)
  • altari
  • organi
  • dipinti su tela e su tavola
  • sculture in legno
  • tessuti

 

Domanda per la liquidazione del contributo

La domanda per la liquidazione del contributo deve essere trasmessa all’Ufficio Beni architettonici e artistici dopo il ricevimento del decreto di concessione del contributo, unitamente a:

  • le fatture originali firmate dal committente;
  • le attestazioni di pagamento;
  • la relazione sugli interventi di restauro (solo in caso di opere di restauro e risanamento conservativo).

 

Moduli da scaricare

 

Contatto

Contabilità:

  • Johanna Andergassen, Tel. 0471 411906