Assistenza alla prima infanzia – Tariffa ridotta per dipendenti provinciali

Dipendenti provinciali, che intendono di portare il proprio bambino o la propria bambina (0-3 anni) in un servizio alla prima infanzia, hanno diritto di accedere a tale servizio (microstrutture aziendali o servizio domiciliare all’infanzia convenzionati con la Provincia), con una tariffa ridotta.

Come datore di lavoro, l'amministrazione provinciale sostiene i suoi dipendenti nell’assistenza dei loro figli: offre una tariffa agevolata per il servizio alla prima infanzia. Questo è possibile attraverso un accordo quadro tra l'Agenzia delle Famiglie della Provincia Autonoma di Bolzano ed alcune cooperative sociali che offrono questo servizio di assistenza alla prima infanzia.

L'amministrazione provinciale paga 2/3 del costo pieno (attualmente la tariffa massima è di euro 10,00 all'ora) ed il dipendente provinciale pagherà solo 1/3 della tariffa (attualmente circa 3,30 euro all'ora).

 

Presupposti d‘accesso

Dipendenti provinciali

  • Dipendente dell‘amministrazione provinciale
    • Personale del ruolo generale
    • Personal delle scuole professionali o delle scuole dell’infanzia (restano esclusi gli insegnanti di tutte le scuole statali)
  • Ripresa del servizio (il congedo parentale non è coperto)
  • Obbligo di assicurarsi della disponibilità del posto bambino per il proprio figlio in uno dei servizi di assistenza alla prima infanzia convenzionato, prima di presentare la domanda
  • Obbligo di informare il gestore convenzionato per il servizio di assistenza alla prima infanzia selezionato sulla tariffa ridotta per i dipendenti provinciali
  • Obbligo di comunicare all'Agenzia per la famiglia qualsiasi cambiamento nel contratto di lavoro con l'amministrazione provinciale e negli accordi di assistenza per il bambino o la bambina

Bambino/bambina

  • Bambini dell‘età da 3 mesi a 3 anni (fino al quarto anno di vita, se il bambino o la bambina non frequenta ancora l’asilo)
  • Il bambino o la bambina è già iscritto in una delle microstrutture aziendali o in un servizio domiciliare all’infanzia. (Il contratto di assistenza eventualmente può essere modificato se la cooperativa sociale ha un accordo quadro con l'Agenzia per la famiglia.)

 

Documenti

Inviare la domanda per la tariffa ridotta nel servizio alla prima infanzia all’Agenzia per la famiglia (per ogni anno una domanda)

La domanda deve essere inviata all’indirizzo e-mail: >> agenziafamiglia@provincia.bz.it

>> Domanda

 

Scadenze

La domanda per la tariffa ridotta nel servizio alla prima infanzia può essere presentata in ogni momento.
La domanda deve essere presentata all’Agenzia per la famiglia però prima di usufruire il servizio e deve essere rinnovata ogni anno.

 

Altre Informazioni

Lista delle cooperative sociali e numero dei posti bambino disponibili nelle microstrutture e nel servizio domiciliare all’infanzia
(elencato solo quelli che hanno stipulato l’accordo quadro con la Provincia)

 

Questo sono i passaggi per poter usufruire della tariffa ridotta

  • Scegliere uno dei posti bambini elencati nella lista
  • contattare la cooperativa sociale competente e rassicurare la disponibilità del posto bambino e l’applicazione della tariffa ridotta prevista dall’accordo quadro
  • Il/la dipendente provinciale presenta la domanda all’Agenzia per la famiglia
  • Autorizzazione da parte dell’Agenzia per la famiglia
  • Il/la dipendente provinciale stipula il contratto con la cooperativa sociale
  • Il/la dipendente provinciale riceve mensilmente dalla cooperativa sociale la fattura nella misura di 1/3 della tariffa piena per il servizio di assistenza.

 

Normativa

>> Articolo 16 della Legge Provinciale n. 8/2013 e Deliberazione della Giunta Provinciale 24 gennaio 2017, n. 71

 

Informativa sul trattamento dei dati personali

>> Informativa Privacy

 

Ente competente

Agenzia per la famiglia
Palazzo 12, Via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Persona di riferimento: Martina Stuefer
e-mail: martina.stuefer@provincia.bz.it