Convivere in Alto Adige - lingua e società locale

Assegno alla famiglia e ai figli: Competenze linguistiche e di società locale richieste a cittadini/e non comunitari/e

Per migliorare la convivenza in Alto Adige per le persone provenienti da Paesi non UE², la Provincia Autonoma di Bolzano propone diversi percorsi per approfondire le proprie conoscenze della lingua italiana o tedesca e della società locale.

Dal 2023, oltre ai requisiti previsti dall'Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico - ASSE, le famiglie provenienti da Paesi non UE che richiedono l'assegno provinciale al nucleo familiare, l'assegno provinciale al nucleo familiare + o l'assegno provinciale per i figli³ dovranno dimostrare di conoscere oralmente la lingua italiana o tedesca (livello A2) e frequentare un corso su tematiche che riguardano la società locale (delibera n. 678 del 20.09.2022). Ulteriori dettagli nel foglio informativo più in basso in questa pagina.

Importante: sia la persona richiedente che un/a suo/a eventuale coniuge o partner convivente dovranno dimostrare il possesso dei questi requisiti. Se la persona richiedente o il/la suo/a coniuge o partner ha cittadinanza italiana o equiparata non è necessario fornire alcuna prova dei requisiti.

Clicca qui per compilare la banca dati online!

Informazioni sull'attestazione delle competenze linguistiche e sociali
Servizio di coordinamento per l'integrazione
tel. 0471 413390, coordinamento-integrazione@provincia.bz.it
Ore di consulenza su prenotazione: giovedì dalle 10:30 alle 12:30.

²eccetto Svizzera, Norvegia, Islanda, Liechtenstein, San Marino, Vaticano e Regno Unito, se con residenza in Italia prima del 31.12.2020.

³Informazioni sui presupposti d'accesso all'assegno provinciale al nucleo familiare e all'assegno provinciale per i figli
Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico ASSE
https://asse.provincia.bz.it, tel. 0471 418311 - 0471 418309 - 0471 418314 - 0471 418303, aswe.asse@provincia.bz.it.

Domande frequenti
Qui le risposte alle domande più frequenti: FAQ - Frequently Asked Questions

Ringraziamo per le traduzioni del foglio informativo: in arabo l' Ufficio Servizio giovani della Ripartizione cultura tedesca, in albanese la Cooperativa Xenia e in urdu la Cooperativa Savera.

E' possibile attestare la conoscenza linguistica:

1. avendo frequentato con successo un corso di lingua italiana o tedesca di livello A2. Sull'attestato di frequenza deve essere presente la raccomandazione alla frequenza di un corso di livello B1.

2. avendo frequentato un anno scolastico in una scuola di lingua italiana o tedesca.

3. dimostrando di essere iscritti o essere stati iscritti presso un'università di lingua italiana o tedesca.

4. dimostrando di aver ottenuto una certificazione linguistica internazionale per la lingua italiana o tedesca o l'attestato provinciale di bilinguismo almeno di livello A2.

5. dimostrando il superamento del test di italiano per il permesso UE per soggiornanti di lungo periodo o ai fini dell’accordo di integrazione.

6. essendo iscritti o sostenendo con successo l'esame orale monolingue (italiano o tedesco) di livello A2 attivato dal Servizio Esami di bi- e trilinguismo. Per l'iscrizione compilare il modulo e inviarlo a: coordinamento-integrazione@provincia.bz.it.

7. iscrizione o completamento con successo di un corso di lingua tedesca o italiana di 40 ore presso un istituto certificato:i corsi di lingua italiana e tedesca dedicati alle persone provenienti da Paesi non-UE sono gratuiti. È necessario dimostrare di aver frequentato almeno il 75% di un totale annuale di 40 ore di corso, fino al conseguimento del livello A2. Il corso deve essere completato con successo entro un anno dall'iscrizione, altrimenti deve essere ripetuto. In accordo con le organizzazioni di educazione permanente i corsi di lingua possono essere proposti in tutta la provincia.

I corsi possono essere tenuti in tutti i comuni dell'Alto Adige, previa consultazione con gli organizzatori dei corsi e con un minimo di 5 partecipanti.

Durata: minimo 40 ore
Iscrizione:

Il Servizio di coordinamento per l'integrazione organizza insieme al Servizio esami bi- e trilinguismo un esame orale di lingua tedesca o italiana di livello A2, utile per dimostrare la conoscenza linguistica ai fini dell'ottenimento dell'assegno provinciale al nucleo familiare, dell'assegno provinciale al nucelo familiare + e dell'assegno provinciale per i figli. Al momento della domanda per l'assegno viene riconosciuta anche la sola iscrizione all'esame come prova della conoscenza linguistica; l'esame però deve essere superato con successo entro un anno dalla data d'iscrizione all'esame.

Iscrizione: compilare l'apposito modulo e inviarlo a zusammenleben.convivere@provincia.bz.it.

Prossime date: 15 e 20 febbraio, 20 e 27 marzo

Dove: Servizio esami bi- e trilinguismo, via Alto Adige 50, Bolzano

Importante: l'esame non è valido per il permesso di soggiorno.

Ulteriori informazioni
coordinamento-integrazione@provincia.bz.it
tel. 0471 413390

Definizione livello A2 - livello elementare:

Comunica in attività semplici e di abitudine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere in termini semplici aspetti della sua vita, dell'ambiente circostante; sa esprimere bisogni immediati.

Attestazione della conoscenza della società locale

Esistono le seguenti possibilità per attestare la conoscenza della società e della cultura locale:

1. aver frequentato con successo un anno scolastico in una scuola di lingua tedesca o italiana

2. essere iscritti o essere stati iscritti a un'università di lingua tedesca o italiana

3. essere iscritti o aver frequentato un corso di società locale

Coso di società locale

 I corsi di società locale sono gratuiti e possono essere proposti in presenza in tutta la provincia, previo accordo con le organizzazioni di educazione permanente che erogano i corsi. La frequenza è obbligatoria per il 100% delle ore. Il corso è strutturato in tre moduli della durata di tre ore ciascuno:

Durata: 3 incontri di 3 ore ciascuno

Informazioni e iscrizioni ai corsi sulla società locale:

1. modulo: Alto Adige ieri e oggi
a) Storia: momenti salienti della storia dell'Alto Adige per una comprendere meglio il presente (comprese le istituzioni)
b) Geografia: con focus sulla geografia umana e sull'Alto Adige nel contesto geopolitico

2. modulo: I valori comuni in Europa
Attraverso il gioco "La casa dei valori comuni" i/le partecipanti si confrontano sui dodici valori e principi stabiliti nella Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea . Un video spiega il gioco.

3. modulo: abitare, salute, formazione, lavoro, tempo libero
I partecipanti ampliano le loro conoscenze generali sui diversi temi e scoprono a quali organizzazioni rivolgersi per domande e bisogni individuali.

 

Esenzione dall'obbligo di fornire prove

In presenza di gravi motivi di salute certificati da un medico generico o da uno specialista (ospedale), che rendano impossibile per l'interessato/a di dimostrare la conoscenza della lingua e/o della società locale, può essere concesso l’esonero dall'obbligo di fornirne prova. A tal fine, l'interessato/a deve presentare domanda di esonero solo tramite questo modulo al Centro di tutela contro le discriminazioni della Provincia Autonoma di Bolzano.

Come: tramite modulo a esenzioni@centrotuteladiscriminazioni.bz.it

Centro di tutela contro le discriminazioni
Via Cavour n. 23/c
39100 Bolzano
e-mail: esenzioni@centrotuteladiscriminazioni.bz.it

1. Consulenze individuali

Il Servizio di coordinamento per l'integrazione offre consulenze individuali online, telefoniche e in presenza sul progetto "Convivere in Alto Adige".
Gli appuntamenti durano mezzora e sono dedicati sia a cittadini e cittadine provenienti da paesi extra-UE, interessati a richiedere gli assegni provinciali alla famiglia e ai figli, sia a referenti per l'integrazione e operatori/operatrici attive in questo ambito. È necessaria la prenotazione.

Appuntamenti: giovedì mattina
Indirizzo: Servizio coordinamento per l'integrazione, Palazzo 7, via Andreas Hofer 18, 39100 Bolzano
Per prenotare un appuntamento: tel. 0471 413390 oppure coordinamento-integrazione@provincia.bz.it

2. Consulenze sul territorio

Per le organizzazioni come comuni, patronati, scuole, aziende che sono in frequente contatto con cittadini/e provenienti da paesi extra-UE, la cooperativa Donne Nissà offre, su incarico del Servizio coordinamento, consulenze gratuite sul progetto "Convivere in Alto Adige". Se interessati, contattare:

Donne Nissà
Antonina Marasca
Tel. 0471 935444
antonina.marasca@nissa.bz.it

Informazioni dettagliate

Volantino
Scarica qui il volantino italianotedesco e distribuiscilo

Video
Il nuovo video in italiano e tedesco da le informazioni più importanti.
Si vede nei treni e autobus in Alto Adige e su You Tube.

Radio
Intervista a Daniela Zambaldi tradotta in albanese su Radio Tandem.

La conoscenza della lingua e della società locale sono strumenti indispensabili per integrarsi nella comunità di accoglienza. In particolare saper comunicare in una delle due lingue più parlate sul territorio è il primo requisito per la ricerca di un lavoro e per la propria formazione personale e professionale. Inoltre, conoscere la storia recente, le usanze e i valori di una regione facilita la convivenza e i rapporti sociali.

Per incentivare l’apprendimento dell'italiano o del tedesco e per aiutare a comprendere la storia e la complessità della realtà altoatesina, la Giunta provinciale ha deliberato questo provvedimento che collega alcune prestazioni aggiuntive della Provincia alla conoscenza orale dell'italiano o del tedesco e alla conoscenza di elementi di base della società e della cultura locale (delibera n. 678 del 20.09.2022).