Alto Adige nei documentari

Con l’obiettivo di offrire strumenti utili a tutti coloro che sono interessati ad approfondire la conoscenza della storia e della cultura dell’Alto Adige e contestualmente di sostenere la produzione audiovisiva sul territorio, il Centro Audiovisivi acquisisce i diritti di utilizzazione di documentari.

La sezione Alto Adige della Mediateca comprende complessivamente 1.500 titoli che costituiscono l’occasione per scoprire aspetti anche meno noti della nostra provincia, della cultura e delle tradizioni del nostro territorio nei suoi vari aspetti e caratteristiche di luogo di confine e plurilingue. Scarica l'edizione 2017 del Catalogo Documentari Alto Adige o richiedine copia.

I 250 documentari di cui sono stati acquisiti i diritti, prodotti tra il 1958 e il 2017 e suddivisi nelle sezioni arte, cinema, geografia, scienze naturali, scienze sociali, storia, tecnologia, sono tutti disponibili per il prestito gratuito.
Per motivi di studio o di ricerca è possibile richiedere a titolo gratuito, previa richiesta scritta e motivata, uno o più documentari, qualora i diritti siano disponibili.

Analoghi servizi ed attività sono offerti dall’ufficio Amt für Film und Medien.

  • Alto Adige. I luoghi dell’arte, Bolzano, Media Val d’Adige, Merano

    Regia: Lorenzo Paccagnella Produzione: Prisma, Bolzano, 1994 Formato: DVD - Durata: 21 min Lingua: Italiano | Sottotitoli: _ Disponibilità: Prestito
    Il filmato è una documentazione audiovisiva di supporto all’opera I luoghi dell’arte di Gioia Conta, realizzata dal Centro Audiovisivi di Bolzano nel 1994. La raccolta bibliografica presenta con ricchezza di particolari descrittivi e di documentazione illustrativa le principali testimonianze artistiche, pittoriche ed architettoniche di tutta la nostra provincia, contestualizzandole nell’ambito storico ed urbanistico del loro tempo. La collana di cinque volumi, suddivisa per precise aree geografiche, è corredata da circa 500 diapositive, riversate su supporto digitale, e da questo filmato. Il documentario, ideato da Lorenzo Paccagnella con la consulenza dell’autrice Gioia Conta, è un itinerario visivo delle immagini più significative tratte dal primo volume Bolzano, Media Val d’Adige, Merano, con l’intento di creare un sussidio audiovisivo all’opera libraria per lo studio della storia dell’arte locale. © 1994 Provincia autonoma di Bolzano - Centro Audiovisivi

  • Carlo Maria Giulini. La musica è un atto d’amore

    Carlo Maria Giulini. La musica è un atto d’amore

    DVD | 2015 | 52 min | Regia: Claudio Chianura | Produzione: Haze Editions (Milano) Lingua: Italiano | Sottotitoli: Tedesco/Inglese | Disponibilità: prestito
    Dai primissimi anni di studio a Bolzano fino agli ultimi giorni trascorsi fra l’abitazione milanese accanto al Teatro alla Scala e quella altoatesina sul Lago di Carezza, il documentario ripercorre nel decennale della scomparsa la vita di Carlo Maria Giulini (Barletta-Brescia 1914-2005), direttore d’orchestra di fama mondiale, artista discreto e riservato ma dal talento indiscusso. Lo ricordano il giovane direttore Yoel Gamzou, suo allievo negli ultimi anni milanesi; il primo violino del Teatro alla Scala, Franco Fantini; il critico Angelo Foletto, autore di un importante e unico libro-intervista con il Maestro. L’amore per la musica, l’amore per la moglie, lo spirito religioso fanno da sfondo alla narrazione accompagnata dalle emozionanti musiche sacre di Verdi e Vivaldi dirette dal M° Giulini. «Era un sacerdote della musica. Non ha mai scelto di diventare musicista, la musica lo ha scelto e lui si è messo al suo servizio». © 2015 Provincia autonoma di Bolzano - Centro Audiovisivi

    Trailer 
  • La Centrale di Tel. L’ora zero dell’energia elettrica

    La Centrale di Tel. L’ora zero dell’energia elettrica

    DVD | 2007 | 9 min | Regia: Gerd Staffler | Produzione: Curatorium per i Beni Tecnici Culturali | Lingua: Italiano | Sottotitoli: / | Disponibilità: prestito
    Il documentario fa parte del ciclo Tempi Moderni - Monumenti della Tecnica lungo le piste ciclabili e tratta la storia della centrale idroelettrica di Tel (Parcines) realizzata nel 1898, all’epoca una delle più grandi in Europa, che produceva energia per Merano e Bolzano. Il progettista, Oskar von Miller è uno dei massimi pionieri della produzione di energia elettrica, quasi al pari di Thomas Edison. La realizzazione della centrale è stata una grande impresa, soprattutto per quanto riguarda il trasporto dell’energia dal luogo di produzione a quello del consumo. Nel 1904 fu realizzato un condotto interrato da Tel a Bolzano, lungo 35 km, che riforniva anche i comuni limitrofi. Fu così possibile passare dall’illuminazione pubblica a gas, a quella elettrica. La centrale, restaurata di recente, oggi è sotto la tutela delle belle arti come testimonianza della fase pionieristica dell’industria idroelettrica. © 2010 Provincia autonoma di Bolzano - Centro Audiovisivi

Contatti

Romy Vallazza
Acquisizione diritti
Tel. 0471 30 33 93
E-Mail: Romy.Vallazza@provincia.bz.it
(Lu - Ve giornata intera)

Barbara Abrate
Duplicazione materiali
Tel. 0471 30 33 96
E-Mail: Barbara.abrate@provincia.bz.it
(Lu - Ve mattino)