FAQ

Lista delle domande e risposte frequenti

[Tirocini estivi di orientamento e tirocini di formazione e orientamento]

Sussiste la possibilità per una signora che abbia concluso la scuola superiore da 10 anni e che abbia frequentato un corso di formazione professionale annuale ESF di svolgere un tirocinio professione e di orientamento?

La convenzione quadro del 7. aprile 2015 prevede che i studenti frequentanti attività formative post-diploma possono svolgere i tirocini di formazione e di orientamento nei dodici mesi successivi al completamento della formazione. Per questo motivo è possibile svolgere un tirocinio di formazione e di orientamento qualora dal momento della presentazione dell'istanza non siano trascorisi più di dodici mesi dal completamento del corso di formazione professionale ESF.

  • Numero:  250
  • Autore: GA
  • Ultima modifica: 30.8.2021

Questa risposta è stata utile? 654 767 No

[Controversie di lavoro]
È possibile impugnare il provvedimento disciplinare davanti al collegio arbitrale ex articolo 7 della legge n. 300/1970? 

La possibilità esiste unicamente per i rapporti di lavoro che sono stati conclusi nel settore privato. La lavoratrice interessata ovvero il lavoratore interessato devono impugnare la sanzione disciplinare intimata tramite deposito di un ricorso diretto al collegio arbitrale presso l'Ufficio servizio lavoro entro il termine perentorio di 20 giorni dall'avvenuta notifica. E`importante allegare unitamente al ricorso la sanzione disciplinare intimata, la giustificazione e la relativa contestazione.    

  • Numero:  250
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 14.8.2019

Questa risposta è stata utile? 755 727 No

[Sicurezza del lavoro]
Per la guida dei carrelli elevatori è previsto un patentino?

Il carrello elevatore è una attrezzatura di lavoro tra quelle individuate dall’Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012 per l’uso delle quali all’operatore è richiesta una specifica abilitazione. Essa deve essere impartita attraverso i soggetti formatori individuati dall’accordo (INAIL, enti bilaterali, ecc.), da docenti con esperienza documentata almeno triennale.

I requisiti minimi sono 1 ora di modulo giuridico, 7 ore di modulo teorico ed a seconda del tipo di carrello elevatore 4/8 ore di modulo pratico.

Al termine dei moduli, il superamento di un esame finale, attesta l’abilitazione. È previsto l’aggiornamento quinquennale.
  • Numero:  250
  • Autore: 19.2
  • Ultima modifica: 14.11.2016

Questa risposta è stata utile? 657 692 No

[Sicurezza del Lavoro / Coordinatore della sicurezza]
Il coordinatore per la sicurezza in fase esecutiva puó incaricare un collaboratore per l’espletamento del suo incarico professionale?
Il coordinatore per la sicurezza in fase esecutiva puó anche avvalersi della collaborazione di terza persona alle seguenti condizioni: 1. Tale persona deve essere in possesso dei requisiti previsti quale coordinatore per la sicurezza. 2. I verbali che redige devono comunque essere firmati anche dal coordinatore nominato dal committente; 3. In caso di accertata violazione (anche in nesso con l' infortunio) risponderá sia il coordinatore nominato dal committente che il coordinatore incaricato. 4. In caso di assenza prolungata (ferie e/o malattia e quant’altro) il coordinatore puó incaricare un sostituto mediante apposita delega di funzioni, specificante, fra l’altro, che nel caso di inosservato adempimento degli obblighi derivanti dall’art. 92 del D.Lgs. 81/2008, risponderanno entrambi penalmente. Tale incarico deve essere comunque approvato dal committente.
  • Numero:  250
  • Autore: 19.2
  • Ultima modifica: 14.11.2016

Questa risposta è stata utile? 647 728 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Una azienda può essere esonerata dall’obbligo d’assunzione di persone disabili?
Sí. Si deve trattare però di una azienda privata che occupa almeno 36 dipendenti complessivamente. Per essere esonerata dall’obbligo d’assunzione di persone disabili la ditta deve pagare uno specifico contributo.
  • Numero:  250
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 703 664 No

[Sicurezza del lavoro / edilizia]

Quale formazione bisogna avere per condurre una gru a torre ?

Ai sensi dell'accordo Stato - Regioni del 22.02.2012 è necessario avere frequentato un corso specifico di 12 ore per gru con rotazione in basso, 12 ore per gru con rotazione in alto, oppure 14 ore per entrambe le tipologie di gru. I corsi vengono organizzati dalle associazioni dei datori di lavoro, dal comitato paritetico edile o da altri soggetti accreditati.

  • Numero:  252
  • Autore: 19.2
  • Ultima modifica: 14.11.2016

Questa risposta è stata utile? 659 652 No

[Controversie di lavoro]

E' possibile avviare una procedura ai sensi dell'articolo 7 della legge n. 300/1970 avverso provvedimenti disciplinari intimati in occasione di rapporti di lavoro del settore pubblico? 

L'istituto dell'arbitrato come previsto dall'articolo 7 dello statuto dei lavoratori non è applicabile ai dipendenti del settore pubblico. In particolare l'articolo 56 del decreto legislativo 30 marzo 2011, n. 165, e s.m.i., prevede che la procedura arbitrale ancorata nell'articolo 7 della legge 20 maggio 1970, n. 300, non trova applicazione in presenza di sanzioni disciplinari che sono stato intimati nei confronti di dipendenti pubblici. In effetti, l'articolo 72, comma 1, lettera c) del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, e s.m.i., ha abrogato tale possibilità nel pubblico impiego. 

  • Numero:  255
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 14.8.2019

Questa risposta è stata utile? 830 828 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Come fa una azienda dell’Alto Adige ad ottenere l’autorizzazione all’esonero dall’assunzione di persone disabili?
La ditta deve inoltrare una apposita richiesta all’ufficio servizio lavoro motivando adeguatamente la richiesta di esonero dall’assunzione di persone disabili. Infatti, la richiesta di esonero é ammessa nei casi in cui l’azienda svolge attività altamente qualificate, faticose o pericolose. L’esonero puó essere autorizzato in deroga alle predette condizioni qualora con l’azienda non sia possibile individuare possibilità di collocamento mirato ovvero la ditta necessiti della certificazione di ottemperanza per partecipare a gare d’appalto.
  • Numero:  255
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 790 657 No

[Controversie di lavoro]

Quali conseguenze giuridiche scattano nel caso di un procedimento di cui all'articolo 7 dello statuto die lavoratori nell'ipotesi in cui il datore di lavoro dopo che era stato invitato dall'Ufficio servizio lavoro di nominare un proprio rappresentante in seno al collegio, non ottemperi a tale invito?

La sanzione disciplinare intimata è nulla.
  • Numero:  260
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 14.8.2019

Questa risposta è stata utile? 746 837 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Quale contributo è dovuto da parte dell’azienda qualora la ditta venga autorizzata all’esonero?
Il contributo è pari a 30,64 Euro al giorno per ciascuna persona disabile che la ditta è autorizzata a non assumere. La ditta versa l’importo dovuto trimestralmente per il periodo autorizzato.
  • Numero:  260
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 628 796 No

[Mediazione al lavoro]
Qual è l'ammonatre dell'indennità di disoccupazione NASPI?

Qualora la retribuzione media mensile è inferiore ad euro 1.221,44 l'indennità NASPI è pari al 75%. Nei casi in cui la retribuzione media mensile è superiore ad euro 1.221,44 l'indennità è pari al 75% del reddito lordo e incrementata di una somma pari al 25% calcolata sulla differenza tra la retribuzione mensile  e il predetto importo. L'importo massimo della NASPI nell'anno 2019 è pari ad euro 1.328,76 lordi. Dopo il terzo mese di godimento della NASPI si applica una riduzione mensile del 3%. Dagli importi saranno dedotte le Tasse. 

  • Numero:  265
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 5.12.2019

Questa risposta è stata utile? 688 734 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
L’esonero dall’assunzione di persone disabili ha durata illimitata?
No. L’esonero dall’assunzione di persone disabili puó essere richiesto solo a tempo determinato (in provincia di Bolzano massimo due anni). L’esonero puó essere prorogato su nuova richiesta da parte dell’azienda qualora persistano le condizioni che hanno permesso l’autorizzazione all’esonero e non sia possibile con l’azienda giungere ad opportunità di collocamento mirato per persone disabili.
  • Numero:  265
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 752 717 No

[Sicurezza del Lavoro / Coordinatore della sicurezza]
Come si procede nel caso in cui un coordinatore operi non essendo in possesso dei requisiti richiesti?
Per quanto riguarda l’attivitá di vigilanza si procederá contestando il mancato coordinamento (quando questo sussista). Si invierá pertanto alla Procura della Repubblica una notizia di reato rilevando le relative leggi ed articoli contestati. Relativamente all’esercizio abusivo della professione deve essere inviata alla Procura della Repubblica un’ulteriore notizia di reato (delitto) facendo riferimento all’art. 348 del C.P. Questo reato è sanzionato con la reclusione fino a sei mesi o con la multa da 103 € a 516 €.
  • Numero:  270
  • Autore: 19.2
  • Ultima modifica: 14.11.2016

Questa risposta è stata utile? 648 706 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Per utilizzare il programma ministeriale per la compilazione delle denunce del personale ai sensi della legge 12 marzo 1999, n. 68 é necessario accreditarsi?
Sí. Il datore di lavoro o il soggetto abilitato che effettua la denuncia del personale dipendente per conto di terzi deve precedentemente accreditarsi e ottenere la password per l’uso del programma.
  • Numero:  270
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 662 712 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
A quale indirizzo Internet é presente il programma ministeriale per l’invio elettronico delle denunce del personale dipendente?
Il link da utilizzare é www.cliclavoro.gov.it (prospetto informativo). Per accedere al programma bisogna cliccare sull’icona "Aziende - adempimenti" e poi “Prospetto informativo collocamento mirato”.
  • Numero:  275
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 711 726 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Cosa bisogna fare per accredistarsi nel programma ministeriale per la denuncia elettronica del personale dipendente?
Quando si é entrati nel programma (cliccando l’icona prospetto informativo) é sufficiente cliccare la voce “accreditamento e accesso al sistema”. A questo punto bisogna compilare la videata presente nel link (relativa ai soggetti che utilizzano il programma ministeriale). Inoltre bisogna inviare l’atto di notorietà che perverrà, dopo aver confermato la videata compilata, al fax indicato dal Ministero del Lavoro.
  • Numero:  280
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 694 697 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Cosa si intende per referente?
Per referente si intende la persona di riferimento aziendale che compila la denuncia del personale dipendente. Può ovviamente coincidere anche con il datore di lavoro oppure essere una persona diversa come per esempio il competente consulente del lavoro.
  • Numero:  285
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 652 669 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Qual’é l’indirizzo da indicare per il referente?
L’indirizzo da indicare é quello dell’azienda se il referente é il datore di lavoro o un suo dipendente. Se il referente é un soggetto autorizzato (es. consulente del lavoro) l’indirizzo da indicare é quello dello studio di appartenenza.
  • Numero:  290
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 724 772 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Cosa si intende per gradualità?
La gradualità é un decreto che viene rilasciato dal Ministero del Lavoro su richiesta delle aziende che trasformano la loro natura giuridica da pubblica a privata. Queste aziende vengono autorizzate all’assunzione di persone disabili in misura pari al 12% sulle assunzioni effettuate dopo la loro trasformazione giuridica per raggiungere in modo graduale la copertura della quota d’obbligo riservata alle persone disabili (che é pari al 7% dei lavoratori complessivamente occupati indipendentemente se assunti prima o dopo la trasformazione giuridica).
  • Numero:  295
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 722 994 No

[Tirocini estivi di orientamento e tirocini di formazione e orientamento]

L'azienda deve pagare una borsa lavoro alla o al tirocinante?

L'accordo quadro stato regioni del 25 maggio 2017 prevede il pagamento di un'indennità di partecipazione che non può essere inferiore a 300 euro lordi. L'accordo quadro locale del 19 marzo 2015 suggerisce l'erogazione di un'indennità di partecipazione pari a 600 euro lordi mensili.

http://www.provinz.bz.it/arbeit/moduli/default.htm
  • Numero:  300
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 30.8.2021

Questa risposta è stata utile? 668 633 No

[Cittadini extracomunitari / Autorizzazioni al lavoro]

Qual'è la differenza tra un rapporto di lavoro a carattere stagionale e un rapporto di lavoro a tempo determinato? Come incide questa distinzione sui nulla osta al lavoro?

Si può instaurare un rapporto di lavoro stagionale qualora l'attività di cui trattasi abbia carattere stagionale. Il DPR n. 1525/1963 e da poco anche i contratti collettivi definiscono le attività a carattere stagionale. Esempi di attività stagionali sono la raccolta di frutta e le attività svolte dalle aziende turistiche che abbiano, nell'anno solare, un periodo di inattività non inferiore a 60 giorni continuativi o 120 giorni non continuativi. Un nulla osta al lavoro a carattere stagionale può essere rilasciato solo per un'attività stagionale e per una durata massima di 9 mesi

  • Numero:  300
  • Autore: kp
  • Ultima modifica: 26.8.2019

Questa risposta è stata utile? 660 681 No

[Contratti estivi per studenti (accordi settoriali)]
  • Numero:  300
  • Ultima modifica: 14.8.2019

Questa risposta è stata utile? 624 671 No

[Controversie di lavoro]

Cosa devo fare se voglio richiedere un tentativo di conciliazione per una controversia in un rapporto di lavoro privato o pubblico?

L'interessata o l'interessata può trasmettere una richiesta all'ufficio servizio lavoro, commissione di conciliazione delle controversie di lavoro. La richiesta deve contenere, oltre al nome ed all'indirizzo di lavoratore e datore di lavoro, anche il settore di attività dell'azienda ed il contratto collettivo applicato nonché l'oggetto della controversia. Se esiste un conteggio della richiesta è senz'altro utile allegarlo. Se la controparte si costituisce, l'ufficio servizio lavoro convoca le parti per il tentativo di conciliazione. Un modulo per la richiesta può essere scaricato dall'indirizzo sottostante.

Modulistica
  • Numero:  300
  • Autore: GA
  • Ultima modifica: 13.8.2019

Questa risposta è stata utile? 962 934 No

[Impiego temporaneo di disoccupati (L.P. 11/86)]
Da chi vengono finanziati i progetti?
I compensi a favore delle persone disoccupate sono a carico dell'ente promotore. Per ogni ora di lavoro effettivamente prestata, la persona disoccupata ha diritto ad un importo dell'assegno orario pari ad euro 7,00 lordi. La Giunta provinciale interviene con dei contributi che corrispondono, normalmente, al 20% dell'assegno lordo per lo stipendio. Per persone disabili il contributo ammonta al 50%. Tutti gli oneri per le prestazioni sociali (INPS - INAIL) sono rimborsati dalla Provincia al termine del progetto.
  • Numero:  300
  • Autore: sd
  • Ultima modifica: 9.1.2018

Questa risposta è stata utile? 646 618 No

[Maternità - tutela sul lavoro]
Qual'è il trattamento economico in caso di maternità?

Tutti i sostegni al reddito della lavoratrice madre o del lavoratore padre sono di regola a carico dell'INPS. Essi sono anticipati dal datore di lavoro che opera le necessarie compensazioni con l'Istituto assicuratore. Nell'impiego pubblico i sostegni al reddito sono a carico del rispettivo ente. Durante il congedo obbligatorio per maternità spetta l'80% della retribuzione ordinaria (salvo le integrazioni contrattuali a carico del datore di lavoro) e maturano gli istituti contrattuali collegati all'anzianità di servizio. I periodi di congedo di maternità devono essere computati nell'anzianità di servizio a tutti gli effetti, compresi quelli relativi alle ferie, alla tredicesima mensilità, agli scatti di anzianità e i riposi previsti dal relativo contratto collettivo. Il congedo di maternità è riconosciuto a tutti gli effetti utile per la maturazione dei diritti previdenziali e pensionistici. Le ferie spettanti alla lavoratrice non vanno godute contemporaneamente ai periodi di congedo di maternità. Per il periodo di congedo parentale fruito entro il sesto anno di età del bambino spetta un'indennità del 30% della retribuzione fino ad un massimo di sei mesi complessivi fra i due genitori. A determinate condizioni di reddito le indennità per il congedo parentale può essere fruita anche tra il sesto e l'ottavo anno del bambino.

  • Numero:  300
  • Autore: LDR
  • Ultima modifica: 18.7.2017

Questa risposta è stata utile? 602 763 No