FAQ

Lista delle domande e risposte frequenti

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Tirocinio – Soggetto promotore – In una comunicazione UniLav-Assunzione, chi è il soggetto promotore?
Il soggetto promotore di un tirocinio può essere ad esempio la Provincia Autonoma di Bolzano, l’Università o la Scuola che promuove/autorizza il tirocinio. In questi casi nel campo “codice fiscale soggetto promotore tirocinio” va indicato il relativo codice fiscale.
  • Numero:  1711
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 15.7.2013

Questa risposta è stata utile? 48 54 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Tirocinio – PatINAIL – In caso di assunzione di un tirocinante, nella comunicazione di assunzione la PatINAIL da inserire é quella del datore di lavoro ospitante o quella del soggetto promotore che provvede all'assicurazione?
In caso di tirocinio, quando l'assicurazione INAIL è pagata dal soggetto promotore la PatINAIL da inserire è quella del soggetto promotore. Nel caso si tratti di un ufficio provinciale la PatINAIL va compilata con 9161982119.
  • Numero:  1712
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 11.12.2013

Questa risposta è stata utile? 44 61 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Tirocinio – L’obbligo di comunicazione sussiste anche nei confronti di tirocini e stage esclusivamente formativi attivati all’interno di corsi di formazione professionale finanziati dal FSE?
Tirocini o stage attivati all’interno di corsi di formazione finanziati dal FSE non sono soggetti all’obbligo di comunicazione: si tratta, infatti, di tirocini curriculari non finalizzati all’inserimento lavorativo.
  • Numero:  1716
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 11.12.2013

Questa risposta è stata utile? 139 77 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Tirocinio estivo – In caso di tirocinio volontario di uno studente universitario deve essere inviata la comunicazione obbligatoria?
I tirocini sono soggetti alla comunicazione obbligatoria dei rapporti di lavoro, nel caso in cui la o il tirocinante sia in possesso di un titolo di studio conseguito negli ultimi 12 mesi e non manifesti l’intenzione di proseguire gli studi.
La comunicazione obbligatoria non è invece dovuta nei casi in cui la o il tirocinante non sia in possesso di un titolo di studio conseguito negli ultimi 12 mesi oppure anche se in possesso abbia intenzione di proseguire gli studi nel successivo anno scolastico/accademico.
  • Numero:  1717
  • Autore: sl
  • Ultima modifica: 19.3.2015

Questa risposta è stata utile? 54 56 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
L.P. 11/1986 – L’impiego temporaneo di disoccupati ai sensi della legge provinciale 11 marzo 1986, n. 11 è soggetto a comunicazione obbligatoria?
Si, la comunicazione va fatta tramite ProNotel2, indicando come tipologia contrattuale “lavoro o attività socialmente utile (lsu - asu)”
  • Numero:  1720
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 13.1.2009

Questa risposta è stata utile? 45 61 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
In caso di formazione specialistica dei medici ex L. P. 14/2002 che tipo di comunicazione va effettuata?
In caso di formazione specialistica dei medici ex L. P. 14/2002 va inviata una comunicazione di assunzione con contratto di formazione.
  • Numero:  1724
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 16.12.2014

Questa risposta è stata utile? 41 68 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Job on call – Se la ditta vuole assumere un lavoratore con contratto a chiamata, ma poi il dipendente lavorerà su più sedi della ditta, come va effettuata la comunicazione?
In questo caso, la comunicazione va effettuata con UniLav Assunzione, indicando come sede di lavoro la sede del committente presso la quale si realizza il “coordinamento” anche temporale della prestazione lavorativa. Trasferimenti sporadici, e quindi non definitivi, non vanno comunicati.
  • Numero:  1725
  • Autore: ms
  • Ultima modifica: 31.5.2010

Questa risposta è stata utile? 144 65 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Job on call – La trasformazione da job on call (lavoro intermittente) ad una qualsiasi altra tipologia contrattuale – o viceversa – va comunicata? Come?
In questo caso non si tratta di trasformazione, ma di due distinti rapporti di lavoro, per i quali bisogna inviare le rispettive comunicazioni di cessazione e assunzione.
  • Numero:  1730
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 8.10.2013

Questa risposta è stata utile? 50 56 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Job on call – In caso di contratto di lavoro  intermittente o job on call, oltre alla comunicazione di assunzione, é prevista un'ulteriore comunicazione prima dell'inizio della prestazione lavorativa?
In caso di contratto di lavoro intermittente (job on call), oltre alla comunicazione di assunzione, è previsto che prima dell'inizio della prestazione lavorativa, il datore di lavoro é tenuto a comunicarne la durata. A partire dal 3 luglio 2013 la comunicazione delle singole chiamate deve essere inviata tramite e-mail utilizzando il modulo UNI-Intermittente all'indirizzo di posta certificata del Ministero intermittenti@pec.lavoro.gov.it oppure compilando il modulo online sul portale ministeriale di Cliclavoro. L'invio tramite SMS è previsto per le prestazioni da svolgersi entro le 12 ore successive. Ulteriori informazioni sono pubblicate sotto la rubrica LAVORO INTERMITTENTE sulla pagina internet del Ministero del Lavoro.
  • Numero:  1735
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 4.7.2013

Questa risposta è stata utile? 47 76 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Job on call – Qualora la prima chiamata coincidesse con l'inizio del rapporto di lavoro, va comunque comunicata la singola chiamata?
Sí. La comunicazione fatta tramite ProNotel2 fa riferimento al rapporto di lavoro come tale. La singola chiamata deve essere comunicata distintamente anche se le due date di inizio coincidessero. Esempio: L'inizio del rapporto di lavoro è il 1/9/2012 (comunicato con UniLav tramite ProNotel2). Se il dipendente viene chiamato per la prima volta il giorno stesso di inizio, cioè il 1/9/2012, il datore di lavoro è tenuto ad inviare la chiamata in modo separato. Vedi FAQ n. 1735
  • Numero:  1736
  • Autore: sl
  • Ultima modifica: 20.8.2012

Questa risposta è stata utile? 50 62 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Job sharing – La trasformazione da job sharing (lavoro ripartito) ad una qualsiasi altra tipologia contrattuale va comunicata? Come?
In questo caso non si tratta di trasformazione, ma di due distinti rapporti di lavoro, per i quali bisogna inviare le rispettive comunicazioni di cessazione e assunzione.
  • Numero:  1740
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 15.1.2009

Questa risposta è stata utile? 54 75 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Rapporti di lavoro parasubordinati – In caso di passaggio da un contratto parasubordinato ad un contratto di natura dipendente, che tipo di comunicazione va effettuata?
In caso di passaggio da un contratto parasubordinato ad un contratto di natura dipendente vanno effettuate due comunicazioni: la cessazione del contratto parasubordinato e l’assunzione con il nuovo contratto dipendente.
  • Numero:  1760
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 9.6.2009

Questa risposta è stata utile? 55 60 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Lavoro nello spettacolo – In caso di spettacoli di beneficienza, vanno inviate le comunicazioni UNILAV?
In caso di spettacoli di beneficienza ove venga richiesto il certificato di agibilità a titolo gratuito, le comunicazioni UNILAV sono comunque dovute.
  • Numero:  1762
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 14.10.2015

Questa risposta è stata utile? 62 61 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Lavoro nello spettacolo – Sede di lavoro – In caso di lavoro nello spettacolo, quale sede di lavoro va inserita? La sede legale oppure la sede effettiva dove ha luogo lo spettacolo?
Nella sede di lavoro va sempre inserita la sede effettiva dove il lavoratore effettua la prestazione lavorativa. Solamente nel caso in cui nell’ambito di uno stesso contratto il lavoratore si sposti di luogo, come per es. in una tournée, allora va indicata la sede legale o unità operativa della ditta (compagnia teatrale o associazione).
  • Numero:  1763
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 11.12.2013

Questa risposta è stata utile? 52 54 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Contratto di agenzia – Le società che stipulano contratti di agenzia con agenti di commercio (plurimandatari, con Partita IVA) hanno l’obbligo di comunicazione preventiva? Oppure quest’ultima vale solo per gli agenti monomandatari?
I rapporti di agenzia che vanno comunicati sono solo quelli caratterizzati da prestazione coordinata e continuativa prevalentemente personale; sono esclusi dall’obbligo di comunicazione tutte le attività lavorative di tipo autonomo esercitate in forma imprenditoriale e quindi gli agenti e rappresentanti di commercio costituiti in società o che si avvalgono di un'autonoma struttura imprenditoriale.

  • Numero:  1765
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 30.4.2013

Questa risposta è stata utile? 43 62 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Tagesmütter – Come vanno fatte le comunicazioni dei rapporti di lavoro di assistenti domiciliari all’infanzia - Tagesmütter?
Dal 1 settembre 2017 le assistenti domiciliari all’infanzia - Tagesmütter non possono più essere equiparate dal punto di vista previdenziale alle lavoratrici domestiche. I relativi rapporti di lavoro andranno quindi comunicati solo all’Ufficio osservazione mercato del lavoro tramite ProNotel2. Per i rapporti di lavoro in essere si dovrà provvedere alla comunicazione di cessazione presso l’INPS e alla nuova assunzione tramite ProNotel2. Trattandosi di un adempimento tecnico l’eventuale ritardo non verrà sanzionato.
  • Numero:  1771
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 30.8.2017

Questa risposta è stata utile? 41 49 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Somministrazione lavoro domestico – Come vanno fatte le comunicazioni di somministrazione di lavoro domestico?
I rapporti di somministrazione di lavoro domestico vanno comunicati all’Ufficio osservazione mercato del lavoro della Provincia Autonoma di Bolzano, utilizzando il modulo UniSomm, come ogni altro rapporto di somministrazione.
  • Numero:  1780
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 24.6.2009

Questa risposta è stata utile? 40 57 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Apprendistato – Il nuovo Testo Unico in materia di apprendistato ha un impatto anche sulle comunicazioni obbligatorie unificate?

Ai sensi dell’art. 1 del D. Lgs. 167/2011, Testo Unico dell’apprendistato, l'apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all’occupazione dei giovani. Per i contratti instaurati dal 25/10/2011 valgono le seguenti indicazioni:

assunzione - va compilata soltanto la data fine del periodo formativo;
trasformazione - da inviarsi per comunicare la data entro la quale il periodo formativo si conclude, se la fine avviene in un momento precedente rispetto a quanto comunicato con l'assunzione ed il rapporto di lavoro continua; da NON inviarsi se il periodo formativo si conclude nella medesima data comunicata con l'assunzione ed il rapporto di lavoro continua;
proroga - da inviarsi se il periodo formativo prosegue oltre la data comunicata con l'assunzione;
cessazione - da inviarsi al termine del rapporto di lavoro ovvero al termine del periodo formativo, anche se tale termine coincide con la data fine comunicata con l'assunzione.

Per i contratti di apprendistato stagionale:
assunzione - la data fine rapporto (da compilarsi obbligatoriamente) resta intesa come data di cessazione del rapporto di lavoro;
trasformazione - da NON inviarsi se il rapporto di lavoro prosegue con contratto a tempo determinato stagionale: in questo caso va effettuata una nuova comunicazione di assunzione; se il rapporto di lavoro prosegue con contratto a tempo indeterminato va inviata la comunicazione di trasformazione, utilizzando la causale fine periodo formativo;
proroga - da inviarsi se il rapporto di lavoro prosegue oltre la data fine comunicata con l'assunzione;
cessazione - da NON inviarsi al termine del rapporto di lavoro se tale termine coincide con la data fine comunicata con l'assunzione; da inviarsi quando la cessazione avvenga in data antecedente il termine comunicato con l'assunzione.

  • Numero:  1790
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 25.10.2011

Questa risposta è stata utile? 64 61 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Apprendistato – La trasformazione da contratto di apprendistato a contratto a tempo indeterminato è ancora obbligatoria?
L’obbligo di comunicazione della trasformazione da contratto di apprendistato a contratto a tempo indeterminato permane per i contratti in essere alla data di entrata in vigore del T.U. (25 ottobre 2011). I contratti di apprendistato instaurati secondo il T.U. non sono soggetti alla comunicazione di trasformazione.
  • Numero:  1791
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 4.7.2012

Questa risposta è stata utile? 116 125 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Apprendistato – Che tipo di comunicazioni devono essere fatte in caso di riduzione del periodo formativo e mancato superamento dell’esame di apprendistato?
In caso di riduzione del periodo di apprendistato al fine di anticipare l'esame, il datore di lavoro e l'apprendista sottoscrivono un accordo per cui indipendentemente dall'esito dell'esame il periodo formativo del contratto di apprendistato si conclude. Se l'apprendista non dovesse superare l'esame e le parti intendessero proseguire il rapporto (anche con ulteriore apprendistato), dovrà essere inviata una comunicazione di cessazione ed una di nuova assunzione.
  • Numero:  1792
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 22.12.2014

Questa risposta è stata utile? 58 60 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Livello d'istruzione/Titolo di studio – Se, durante il rapporto di lavoro, il lavoratore ottiene un nuovo titolo di studio, bisogna fare una nuova comunicazione?
No, le trasformazioni che vanno comunicate non comprendono il cambiamento del titolo di studio del lavoratore. Solo al momento di una nuova, eventuale comunicazione (cessazione, proroga, trasformazione...) dovranno essere inseriti i dati aggiornati relativi al lavoratore (in questo caso si inserirà quindi il nuovo titolo di studio) e/o del datore di lavoro (ad es. nuovo numero di telefono) e/o rapporto di lavoro (ad es. qualifica professionale nuova).
  • Numero:  1800
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 10.12.2008

Questa risposta è stata utile? 52 80 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Livello d’istruzione apprendistato – Come va compilato il campo livello d’istruzione in caso di attestato di qualifica professionale o diploma professionale a conclusione di un apprendistato?
In caso di attestato di qualifica professionale o diploma professionale a conclusione di un apprendistato, il campo livello d’istruzione va compilato con “titolo d’istruzione secondaria superiore (scolastica ed extrascolastica) che non permette l’accesso all’università”.
  • Numero:  1810
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 9.4.2018

Questa risposta è stata utile? 17 26 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Filiale – Come ci si deve comportare in merito a comunicazioni di rapporti di lavoro relative a nuove filiali?
Con ProNotel2 decade l’obbligo di inserire il codice ditta SILP della filiale. Non è quindi nemmeno più necessario richiederlo. Nell’effettuare la comunicazione basta inserire tutti i dati relativi alla filiale nei campi relativi alla sede di lavoro.
  • Numero:  1900
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 28.11.2008

Questa risposta è stata utile? 39 55 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Agevolazioni contributive – Cosa devo fare nel caso in cui nell’elenco delle agevolazioni contributive non trovassi la voce adatta al rapporto di lavoro da comunicare?
Se nessuna delle voci presenti nell’elenco delle agevolazioni contributive corrisponde al caso specifico oggetto di comunicazione, non va scelta alcuna voce. La corretta descrizione del caso verrà indicata nella domanda di versamento agevolato dei contributi da presentarsi presso l’INPS.
  • Numero:  2010
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 28.4.2009

Questa risposta è stata utile? 34 49 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Retribuzione – Come va compilato il campo "Retribuzione/compenso"?
Con i nuovi standard 2014 il campo "Retribuzione/compenso" è divenuto obbligatorio. Il Ministero del Lavoro, pur ammettendo una compilazione in ogni caso indicativa, ha fornito alcune delucidazioni in merito. Deve essere indicato il compenso lordo annuo, anche in caso di rapporto di lavoro a tempo determinato o in caso di cessazione in corso d'anno. Per tutte le tipologie di rapporto di lavoro (ad esempio il contratto di agenzia, lavoro stagionale, lavoro intermittente, associazione in partecipazione) per le quali è impossibile calcolare la retribuzione si utilizza il valore “0”. Il valore “0” può essere utilizzato anche nel caso di rapporti di tirocinio con soggetti che percepiscono assegni di sostegno al reddito. Nei rapporti di apprendistato il campo va compilato con il dato relativo al primo anno di contratto. In caso di rapporto di tirocinio va inserito il compenso totale previsto per il tirocinio. In caso di rapporto a tempo parziale l'importo annuo lordo va riproporzionato sull'effettivo orario di lavoro, rilevando l'importo effettivamente riconosciuto al lavoratore.
  • Numero:  2020
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 27.1.2014

Questa risposta è stata utile? 48 53 No