FAQ

Lista delle domande e risposte frequenti

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Apprendistato – Il nuovo Testo Unico in materia di apprendistato ha un impatto anche sulle comunicazioni obbligatorie unificate?

Ai sensi dell’art. 1 del D. Lgs. 167/2011, Testo Unico dell’apprendistato, l'apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all’occupazione dei giovani. Per i contratti instaurati dal 25/10/2011 valgono le seguenti indicazioni:

assunzione - va compilata soltanto la data fine del periodo formativo;
trasformazione - da inviarsi per comunicare la data entro la quale il periodo formativo si conclude, se la fine avviene in un momento precedente rispetto a quanto comunicato con l'assunzione ed il rapporto di lavoro continua; da NON inviarsi se il periodo formativo si conclude nella medesima data comunicata con l'assunzione ed il rapporto di lavoro continua;
proroga - da inviarsi se il periodo formativo prosegue oltre la data comunicata con l'assunzione;
cessazione - da inviarsi al termine del rapporto di lavoro ovvero al termine del periodo formativo, anche se tale termine coincide con la data fine comunicata con l'assunzione.

Per i contratti di apprendistato stagionale:
assunzione - la data fine rapporto (da compilarsi obbligatoriamente) resta intesa come data di cessazione del rapporto di lavoro;
trasformazione - da NON inviarsi se il rapporto di lavoro prosegue con contratto a tempo determinato stagionale: in questo caso va effettuata una nuova comunicazione di assunzione; se il rapporto di lavoro prosegue con contratto a tempo indeterminato va inviata la comunicazione di trasformazione, utilizzando la causale fine periodo formativo;
proroga - da inviarsi se il rapporto di lavoro prosegue oltre la data fine comunicata con l'assunzione;
cessazione - da NON inviarsi al termine del rapporto di lavoro se tale termine coincide con la data fine comunicata con l'assunzione; da inviarsi quando la cessazione avvenga in data antecedente il termine comunicato con l'assunzione.

  • Numero:  1790
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 25.10.2011

Questa risposta è stata utile? 126 114 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Apprendistato – La trasformazione da contratto di apprendistato a contratto a tempo indeterminato è ancora obbligatoria?
L’obbligo di comunicazione della trasformazione da contratto di apprendistato a contratto a tempo indeterminato permane per i contratti in essere alla data di entrata in vigore del T.U. (25 ottobre 2011). I contratti di apprendistato instaurati secondo il T.U. non sono soggetti alla comunicazione di trasformazione.
  • Numero:  1791
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 4.7.2012

Questa risposta è stata utile? 168 176 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Apprendistato – Che tipo di comunicazioni devono essere fatte in caso di riduzione del periodo formativo e mancato superamento dell’esame di apprendistato?
In caso di riduzione del periodo di apprendistato al fine di anticipare l'esame, il datore di lavoro e l'apprendista sottoscrivono un accordo per cui indipendentemente dall'esito dell'esame il periodo formativo del contratto di apprendistato si conclude. Se l'apprendista non dovesse superare l'esame e le parti intendessero proseguire il rapporto (anche con ulteriore apprendistato), dovrà essere inviata una comunicazione di cessazione ed una di nuova assunzione.
  • Numero:  1792
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 22.12.2014

Questa risposta è stata utile? 107 116 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Livello d'istruzione/Titolo di studio – Se, durante il rapporto di lavoro, il lavoratore ottiene un nuovo titolo di studio, bisogna fare una nuova comunicazione?
No, le trasformazioni che vanno comunicate non comprendono il cambiamento del titolo di studio del lavoratore. Solo al momento di una nuova, eventuale comunicazione (cessazione, proroga, trasformazione...) dovranno essere inseriti i dati aggiornati relativi al lavoratore (in questo caso si inserirà quindi il nuovo titolo di studio) e/o del datore di lavoro (ad es. nuovo numero di telefono) e/o rapporto di lavoro (ad es. qualifica professionale nuova).
  • Numero:  1800
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 10.12.2008

Questa risposta è stata utile? 107 134 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Livello d’istruzione apprendistato – Come va compilato il campo livello d’istruzione in caso di attestato di qualifica professionale o diploma professionale a conclusione di un apprendistato?
In caso di attestato di qualifica professionale o diploma professionale a conclusione di un apprendistato, il campo livello d’istruzione va compilato con “titolo d’istruzione secondaria superiore (scolastica ed extrascolastica) che non permette l’accesso all’università”.
  • Numero:  1810
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 9.4.2018

Questa risposta è stata utile? 64 79 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Filiale – Come ci si deve comportare in merito a comunicazioni di rapporti di lavoro relative a nuove filiali?
Con ProNotel2 decade l’obbligo di inserire il codice ditta SILP della filiale. Non è quindi nemmeno più necessario richiederlo. Nell’effettuare la comunicazione basta inserire tutti i dati relativi alla filiale nei campi relativi alla sede di lavoro.
  • Numero:  1900
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 28.11.2008

Questa risposta è stata utile? 95 105 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Agevolazioni contributive – Cosa devo fare nel caso in cui nell’elenco delle agevolazioni contributive non trovassi la voce adatta al rapporto di lavoro da comunicare?
Se nessuna delle voci presenti nell’elenco delle agevolazioni contributive corrisponde al caso specifico oggetto di comunicazione, non va scelta alcuna voce. La corretta descrizione del caso verrà indicata nella domanda di versamento agevolato dei contributi da presentarsi presso l’INPS.
  • Numero:  2010
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 28.4.2009

Questa risposta è stata utile? 80 99 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Retribuzione – Come va compilato il campo "Retribuzione/compenso"?
Con i nuovi standard 2014 il campo "Retribuzione/compenso" è divenuto obbligatorio. Il Ministero del Lavoro, pur ammettendo una compilazione in ogni caso indicativa, ha fornito alcune delucidazioni in merito. Deve essere indicato il compenso lordo annuo, anche in caso di rapporto di lavoro a tempo determinato o in caso di cessazione in corso d'anno. Per tutte le tipologie di rapporto di lavoro (ad esempio il contratto di agenzia, lavoro stagionale, lavoro intermittente, associazione in partecipazione) per le quali è impossibile calcolare la retribuzione si utilizza il valore “0”. Il valore “0” può essere utilizzato anche nel caso di rapporti di tirocinio con soggetti che percepiscono assegni di sostegno al reddito. Nei rapporti di apprendistato il campo va compilato con il dato relativo al primo anno di contratto. In caso di rapporto di tirocinio va inserito il compenso totale previsto per il tirocinio. In caso di rapporto a tempo parziale l'importo annuo lordo va riproporzionato sull'effettivo orario di lavoro, rilevando l'importo effettivamente riconosciuto al lavoratore.
  • Numero:  2020
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 27.1.2014

Questa risposta è stata utile? 85 96 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
PatINAIL – Nel caso in cui venga effettuata una comunicazione con PatINAIL 00000000 (in attesa di codice PAT), va poi inviata una rettifica quando si riceve la PatINAIL definitiva?
No, non va effettuata una rettifica. La nuova PatINAIL verrà indicata in occasione della prossima comunicazione da effettuare.
  • Numero:  2040
  • Autore: ms
  • Ultima modifica: 3.3.2010

Questa risposta è stata utile? 69 69 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
PatINAIL – Se nel corso del rapporto di lavoro dovesse variare la posizione assicurativa territoriale del datore di lavoro assegnata dall’INAIL (PatINAIL), devo darne comunicazione?
La variazione di PatINAIL non va comunicata. La nuova PatINAIL verrà indicata in occasione della prossima comunicazione da effettuare.
  • Numero:  2050
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 12.5.2009

Questa risposta è stata utile? 60 63 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
PatINAIL – In caso di comunicazione di lavoratori autonomi dello spettacolo il campo PatINAIL come va compilato?
In caso di comunicazione di lavoratori autonomi dello spettacolo nel campo PatINAIL va inserito il codice 99990001.
  • Numero:  2060
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 14.7.2009

Questa risposta è stata utile? 43 42 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Part time – Come si comunicano le ore settimanali non intere?
Le ore settimanali non intere sono da arrotondare per eccesso. Esempio: 19,2 diventa 20.
  • Numero:  2110
  • Autore: sl
  • Ultima modifica: 24.9.2009

Questa risposta è stata utile? 74 42 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Aspettativa part-time – Nel caso un dipendente usufruisca dell’aspettativa part-time devo fare la comunicazione di trasformazione?
No, in questo caso non è previsto l’obbligo di comunicazione. L’aspettativa part-time comprende i casi in cui il dipendente lavora con orario parziale per un determinato periodo mantenendo i contributi come se lavorasse a tempo pieno; al termine del periodo di aspettativa ritorna automaticamente a tempo pieno. L'aspettativa part-time, infatti, è da considerarsi una forma di sospensione che come tale non è soggetta a comunicazione.
  • Numero:  2190
  • Autore: ms
  • Ultima modifica: 31.5.2010

Questa risposta è stata utile? 40 47 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Rientro da congedo – Come va comunicato il rientro da maternità o da altri congedi?

La comunicazione di una sospensione di un rapporto di lavoro non è più soggetta a notifica dal 7 dicembre 2005. Va, però, comunicata la fine delle sospensioni in precedenza comunicate, indicando la data di riattivazione del rapporto di lavoro, la tipologia contrattuale e, in caso di tempo parziale, anche la percentuale. Questa comunicazione di rientro NON va comunicata tramite ProNotel2, ma tramite una semplice email da inviarsi all'indirizzo notel@provincia.bz.it.

  • Numero:  2200
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 11.8.2009

Questa risposta è stata utile? 37 36 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Variazione di residenza – Bisogna comunicare tramite ProNotel2 la variazione di residenza di un collaboratore?
Non occorre inviare alcuna comunicazione per la variazione di residenza di un collaboratore. È sufficiente inserire il nuovo indirizzo nella successiva comunicazione obbligatoria.
  • Numero:  2300
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 16.12.2014

Questa risposta è stata utile? 39 32 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Servizio di volontariato – Le persone, che prestano servizio di volontariato come pena alternativa alla reclusione o all’ammenda per particolari reati, vanno comunicate via ProNotel2?
Il lavoro di pubblica utilità, pena alternativa applicata su richiesta dell’imputato in luogo della reclusione o dell’ammenda per particolari reati, può essere assimilato alle prestazioni gratuite del volontariato ex legge 266/1991. Le convenzioni di prestazione di lavoro di pubblica utilità non ricadono pertanto nell’obbligo di comunicazione.
  • Numero:  2400
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 16.12.2014

Questa risposta è stata utile? 36 36 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Lavoro a domicilio – dove si trova la sede di lavoro del lavoratore a domicilio?

In caso di lavoro a domicilio si riferiscono alla sede di lavoro cui il lavoratore è assegnato. Se non è presente nessuna sede di lavoro in Italia, va indicato il domicilio/residenza del lavoratore.

 

 

  • Numero:  2600
  • Autore: mw
  • Ultima modifica: 23.4.2019

Questa risposta è stata utile? 18 15 No

[Comunicazione obbligatoria unificata dei rapporti di lavoro]
Come va utilizzato il codice trasformazione “Progressione verticale nella PA”?
La tipologia “Progressione verticale nella PA” può essere utilizzata solamente dalla Pubblica Amministrazione e va utilizzata anche in caso di demansionamento.
  • Numero:  2700
  • Autore: tb
  • Ultima modifica: 30.7.2019

Questa risposta è stata utile? 2 2 No